Kyoto Animation: condannato a morte l'autore dell'attentato del 2019

Autore: Davide Mirabello ,
Attualità
1' 26''
Fonte
Copertina di Kyoto Animation: condannato a morte l'autore dell'attentato del 2019

La Corte di Giustizia di Kyoto ha emesso una sentenza di condanna a morte per Shinji Aoba, l'uomo che nel 2019 ha commesso un attentato all'interno degli studio della Kyoto Animation, uccidendo 36 persone, e portando al ferimento di altre 32. Il 18 luglio di quell'anno Aoba diede fuoco alle strutture della Kyoto Animation. 

Durante il processo Shinji Aoba ha dichiarato di aver commesso l'attentato dopo che Kyoto Animation avrebbe rubato alcune sue idee, rifiutando dei romanzi da lui presentati per un concorso. Le parole di Aoba non sono state mai provate. Il giorno dell'attentato all'interno della struttura della Kyoto Animation erano presenti 70 persone. All'epoca dell'evento la persona incriminata aveva 41 anni. 

La condanna a morte di Shinji Aoba

La difesa di Aoba ha cercato di portare avanti la motivazione dell'infermità mentale,  una tesi che è stata però respinta dal  giudice Keisuke Masuda, che ha sostenuto come la persona incriminata fosse totalmente  consapevole di ciò che stava facendo. La condanna a morte in Giappone è prevista per crimini come omicidi multipli. In questo caso Aoba verrà impiccato.

Advertisement

Ma non è chiaro quando verrà eseguita l'esecuzione del responsabile dell'attentato alla Kyoto Animation. Shinji Aoba potrebbe restare anche per anni in attesa, considerando che, al momento, ci sono 107 persone in Giappone che sono in attesa di esecuzione. L'ultima, attualmente, è stata eseguita nel 2022. 

Da ricordare che la Kyoto Animation è stata fondata nel 1981, e tra le sue opere più celebri si può menzionare  La malinconia di Haruhi Suzumiya. Tra gli altri titoli realizzati dallo studio si possono citare Full Metal Panic, Lucky Star, Tamaco Love Story, e c'è anche Inuyasha, che è stato prodotto tra il 2000 ed il 2004. 

Advertisement
Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti al nostro canale Telegram e rimani aggiornato!

Sto cercando articoli simili...