Arriva Saetta, il primo cane robot che si unisce all'Arma dei Carabinieri

Autore: Francesca Musolino ,
Copertina di Arriva Saetta, il primo cane robot che si unisce all'Arma dei Carabinieri

Le intelligenze artificiali (IA) stanno prendendo sempre più piede in ogni ambito e contesto, tanto che nemmeno le forze dell'ordine ormai da tempo sono esenti dal loro utilizzo nell'ambiente lavorativo. Tra le ultime novità che sono state inserite per quanto riguarda la pubblica sicurezza, spicca l'aggiunta di un nuovo membro all'Arma italiana dei Carabinieri ovvero il cane robot Saetta.

Saetta, così ribattezzato come tributo all'inconfondibile simbolo rosso impresso sulle automobili di servizio della stessa Arma, è una sorta di drone a quattro zampe in grado di compiere diverse funzioni, alcune delle quali al posto degli esseri umani. Il cane robot si trova in una fase di test iniziale mentre viene affidato alla sezione del Nucleo Artificieri di Roma, dove prima di tutto si occuperà di scovare ordigni potenzialmente esplosivi e pericolosi.

Advertisement

Nel seguente video condiviso dall'Arma dei Carabinieri è possibile vedere Saetta all'opera.

Le funzioni di Saetta, il cane robot dei carabinieri

Oltre a svolgere la mansione di artificiere per quanto riguarda possibili bombe inesplose, Saetta è anche in grado di individuare la presenza di agenti chimici e di altre sostanze dannose sia per l'ambiente sia per l'uomo. La costituzione particolare di questo cane robotico, gli permette di muoversi e introdursi in luoghi generalmente inaccessibili alle forze dell'ordine o difficili da raggiungere anche con i mezzi di servizio in dotazione. 

Advertisement

Saetta viene infatti controllato a distanza tramite un tablet e può spostarsi in autonomia fino a 150 metri di distanza, ma non solo. Il cane metallico è anche in grado di aprire porte, arrampicarsi, salire e scendere scale e rimuovere ostacoli, oltre a mappare i luoghi che percorre grazie a un avanzato sistema di monitoraggio.

Trattandosi di un robot inoltre la sicurezza degli stessi agenti in servizio è maggiormente agevolata, in quanto non rischiano in prima persona di entrare in contatto con pericoli fisici o per via aerea. Saetta è dotato di un braccio robotico con cui può direttamente raccogliere ordigni inesplosi, ma anche servirsi di questa funzione per rifornire di equipaggiamenti militari agenti impossibilitati a muoversi.

Sicuramente si tratta di un grande passo avanti per quanto riguarda la sicurezza pubblica e l'ampliamento delle risorse a disposizione per le forze dell'ordine, che attraverso strumenti avanzati come Saetta possono fornire ai cittadini un servizio migliore e più mirato.

Immagine di copertina di questo articolo via 123RF

Prodotto Consigliato

A.I. Intelligenza Artificiale (blu-ray)

A meta' del ventunesimo secolo, l'uomo ha scoperto un nuovo tipo di intelligenza artificiale autocosciente. Questo computer viene utilizzato all'interno, di robot antropomorfi, l'ultimo e piu' perfezionato modello e' un androide dalle sembi...

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti al nostro canale Telegram e rimani aggiornato!

Sto cercando articoli simili...