Tutti i film di Christopher Nolan, dal peggiore al migliore

Autore: Giuseppe Benincasa ,

Christopher Edward Nolan, nato il 30 luglio del 1970 a Londra, è una delle figure più importanti del cinema contemporaneo. Dopo aver esordito sul grande schermo nel 1998 con The Following, il regista britannico ha intrapreso una carriera brillante, costellata di successi e arricchita da ben cinque nomination agli Oscar, ricevute fra il 2002 e il 2018.

Una particolarità di Nolan è quella di non essere legato a un genere preciso, peculiarità dei più grandi. Il regista ha infatti lavorato il genere della fantascienza, del dramma, dell'action, del thriller e dei film di guerra. L'ultima sua creazione, uscita al cinema il 23 agosto 2023, è Oppenheimer ossia un biopic drammatico che narra la storia del "padre "della bomba atomica.

Advertisement

 La sua filmografia è un viaggio che spazia fra aspetti e tecniche cinematografiche ricorrenti ma pur sempre uniche, spesso caratterizzate da un forte gusto per inquadrature sceniche e di grande impatto, basti pensare alla caratterizzazione dei pianeti desolati di Interstellar oppure allo scontro verbale fra l'incredibile Joker di Heath Ledger e il solenne Batman di Christian Bale.

Vicino alla cultura pop contemporanea, ma al contempo padrone della sua visione e delle sue idee, Nolan si distingue da tanti altri registi del panorama hollywoodiano per via della sua regia pulita, efficace e virtuosa. Nolan è famoso per essere uno dei registi che vuole affidarsi il meno possibile alla computer grafica, realizzando in studio effetti pratici di grande ingegno e dimensioni. Un'altra caratteristica che lo contraddistingue è quella di girare tutti i suoi film, o parte di essi, con telecamere IMAX, in modo da regalare agli spettatori cinematografici uno spettacolo unico fatto di grandi immagini.

Per approfondire la figura di Christopher Nolan vi rimandiamo al nostro articolo Christopher Nolan: chi è il genio più brillante di Hollywood.

In occasione dell'uscita dei film di Nolan su Prime Video, ecco la classifica dei suoi migliori film, ordinandoli dal "peggiore" al migliore. Si tratta di una classifica molto vicina al concetto di lista, dato che i film di Nolan sono tutti apprezzabili da più punti di vista.

Accedi a Prime Video con il tuo abbonamento Amazon Prime

Advertisement

Il cavaliere oscuro - Il ritorno

Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno è il terzo capitolo della trilogia di Batman diretta da Christopher Nolan ed è uscito al cinema nel 2012. Senza dubbio è il peggiore dei tre.

Tra i pregi più rilevanti del film si annovera l'epico finale che offre una chiusura emotivamente coinvolgente per l'arco narrativo della trilogia. "Il Ritorno" riesce a concludere le trame dei personaggi principali in modo soddisfacente, regalando allo spettatore un senso di conclusione pienamente realizzato. Le performance degli interpreti sono un altro punto forte, con Christian Bale che torna a incarnare Batman con convinzione e Tom Hardy che offre una memorabile interpretazione nel ruolo di Bane, il villain centrale. Queste interpretazioni, unite a quelle dell'intero cast, contribuiscono a dare vita ai personaggi e a mantenere l'interesse dello spettatore.

Advertisement

Una delle caratteristiche distintive dei film di Nolan è la loro inclinazione ad affrontare tematiche complesse. Anche in questo terzo capitolo dedicato al Cavaliere Oscuro, il regista si tuffa in questioni profonde come la giustizia, la corruzione e l'identità. Questi temi conferiscono profondità alla trama e ai personaggi, arricchendo la narrazione complessiva. Inoltre, Nolan dimostra la sua abilità nella regia delle sequenze d'azione, creando scene coinvolgenti e coreografie ben realizzate che si integrano armoniosamente con la storia.

Tuttavia, il film non è privo di criticità. Un possibile difetto risiede nelle comparazioni inevitabili con il suo predecessore, amato all'unanimità da critica e pubblico. Quest'ultimo è stato spesso lodato come uno dei migliori film di supereroi mai realizzati, il che potrebbe far sì che Il Ritorno sembri soffrire di un confronto difficile da superare. Inoltre, il ritmo del film potrebbe risultare altalenante in alcune parti, influenzando l'esperienza complessiva.

Un altro aspetto dibattuto riguarda la caratterizzazione di Bane. Nonostante la performance intensa di Tom Hardy, alcuni spettatori hanno percepito la caratterizzazione del villain come meno profonda rispetto ad altri antagonisti. Bane è probabilmente il villain più "debole" a livello scenico rispetto a quelli visti nei precedenti film.

Infine, il peso dei personaggi secondari è scarso e questi hanno poca rilevanza nella trama, oltre a essere probabilmente troppi.

Advertisement

TENET

TENET è il film di Christopher Nolan uscito nel 2020.

Uno dei principali pregi di TENET è la sua originalità concettuale. Il film introduce il concetto di inversione temporale, in cui gli oggetti e gli eventi possono muoversi all'indietro nel tempo. Questa innovativa idea crea un terreno fertile per sequenze d'azione e momenti spettacolari, offrendo uno spettacolo visivo e concettuale unico nel suo genere.

Advertisement

La regia di Nolan è un altro punto di forza del film. Le sequenze d'azione sono magnificamente coreografate e visivamente sbalorditive. L'uso di effetti pratici e il controllo del ritmo contribuiscono a mantenere l'attenzione dello spettatore e a trasmettere l'emozione delle scene.

Inoltre, la colonna sonora di Ludwig Göransson contribuisce in modo significativo all'atmosfera del film. La musica sottolinea il senso di mistero e l'azione frenetica, aggiungendo un elemento emotivo alle scene.

Tuttavia, TENET non è privo di criticità. Uno dei principali difetti spesso menzionati riguarda la complessità della trama. Il concetto di inversione temporale può risultare difficile da seguire per alcuni spettatori, portando a una certa confusione e richiedendo sforzi mentali per capire i dettagli. La narrazione avanti e indietro nel tempo richiede un certo livello di pazienza da parte dello spettatore e potrebbe non essere apprezzata da tutti (questa potrebbe essere la causa del flop al box-office)

La caratterizzazione dei personaggi è un altro aspetto che può essere percepito come un difetto. Alcuni personaggi potrebbero risultare meno sviluppati o meno interessanti rispetto ad altri film di Nolan, il che può influenzare l'empatia e l'investimento emotivo dello spettatore.

Proprio per la sua complessità di trama, il film cerca di spiegare troppo in dettaglio ogni aspetto, risultando troppo didascalico e in troppe parti abbastanza noioso.

The Following

The Following è il primo film diretto da Christopher Nolan ed è un thriller psicologico del 1998.

Dal lato dei pregi, uno degli aspetti distintivi del film è la sua narrativa non lineare. Questo approccio può risultare complesso, ma allo stesso tempo offre un senso di mistero e sfida al pubblico, sottolineando la prospettiva unica di Nolan sulla struttura della storia. Inoltre, considerando il budget estremamente limitato con cui il film è stato realizzato, Nolan dimostra la sua abilità nell'utilizzare creativamente le risorse a sua disposizione, un pregio che si è rivelato una caratteristica costante nella sua carriera.

Tuttavia, è importante riconoscere anche i difetti del film. La produzione a basso budget può risultare evidente in alcune scene e negli aspetti tecnici, potendo influenzare l'esperienza visiva dello spettatore. Inoltre, alcuni personaggi potrebbero risultare poco sviluppati o poco memorabili, compromettendo la capacità dello spettatore di instaurare un legame emotivo con loro. Poiché The Following rappresenta il primo tentativo di Nolan come regista, è naturale trovare alcune delle imperfezioni e delle inesperienze tipiche di un esordiente nel suo stile.

Un ulteriore difetto potrebbe risiedere nella complessità e nella confusione causate dalla struttura non lineare della trama. Mentre questa scelta narrativa può essere affascinante per alcuni, potrebbe risultare difficile per altri spettatori seguire la storia in modo coerente e apprezzare appieno il suo potenziale.

Insomnia

Insomnia è un film diretto da Christopher Nolan nel 2002, un remake di un film norvegese omonimo del 1997.

Uno dei pregi più evidenti di Insomnia è l'atmosfera cupa e inquietante che Nolan è riuscito a creare. La trama si svolge in un luogo remoto dell'Alaska, dove il sole non tramonta mai durante l'estate, aggiungendo un senso di alienazione e tensione costante. Questo contribuisce a creare una sensazione di insonnia e paranoia che si riflette anche nell'esperienza dello spettatore.

Le performance degli attori sono un altro punto di forza. Al Pacino e Robin Williams offrono interpretazioni solide e complesse nei ruoli di protagonisti. In particolare, Robin Williams ha dimostrato la sua versatilità come attore in un ruolo drammatico e oscuro, lontano dalle sue usuali parti comiche.

La trama stessa è avvincente e intrisa di tensione. Il conflitto morale che coinvolge il protagonista, un detective corrotto interpretato da Al Pacino, aggiunge un elemento di ambiguità morale alla storia. Questo rende il film più profondo e coinvolgente, con il pubblico che è chiamato a riflettere sulle scelte dei personaggi.

Uno dei difetti spesso menzionati di Insomnia riguarda la sua mancanza di originalità. Mentre il film si distingue per la sua ambientazione unica e il suo approccio psicologico, la trama potrebbe sembrare familiare agli spettatori che hanno visto il film originale norvegese. La pellicola non ha l'originalità che si può aspettare da un film di Nolan. Questo è dovuto sicuramente al fatto che il regista non ha firmato la sceneggiatura, al contrario di tutti gli altri suoi film.

Ciò è evidenziato dalla mancanza di elementi distintivi tipici di altri lavori di Nolan, come le narrazioni non lineari o gli enigmi intricati. Questo potrebbe far sì che Insonnia venga a volte considerato come un film meno caratteristico rispetto ad altre opere del regista.

Interstellar

Interstellar, il film di Christopher Nolan uscito nel 2014, è noto per la sua esplorazione dei viaggi spaziali, del tempo e dell'umanità alla ricerca di un nuovo pianeta abitabile.

Uno dei pregi principali di Interstellar è la sua portata ambiziosa e la sua capacità di esplorare concetti scientifici complessi. Il film affronta tematiche come la gravità, l'espansione del tempo e la relatività in modo avvincente e accessibile, coinvolgendo lo spettatore in questioni scientifiche profonde.

La rappresentazione visiva è un altro punto forte. Nolan ha creato uno spettacolo visivo straordinario, dalla desolazione terrestre alle sequenze spaziali mozzafiato. L'uso di effetti speciali di alta qualità contribuisce a immergere gli spettatori in mondi alternativi e a trasmettere la vastità dell'universo.

La colonna sonora di Hans Zimmer aggiunge un elemento emotivo all'esperienza cinematografica. La musica intensa e toccante sottolinea i momenti drammatici e amplifica l'emozione delle scene, aggiungendo profondità all'intera narrazione.

Mentre la sfida intellettuale è un punto di forza del film, questo presenta troppe quantità di informazioni scientifiche e concetti complessi. Questo rende il film meno accessibile a una parte del pubblico.

Inoltre, l'approfondimento dei personaggi potrebbe essere percepito come un punto debole. Nonostante le interpretazioni solide del cast, alcune relazioni e motivazioni potrebbero risultare meno convincenti, riducendo l'empatia dello spettatore per i personaggi.

Un altro possibile difetto riguarda la durata del film. Oltre due ore e mezza rendono il film inutilmente prolisso rispetto a ciò che la trama è.

Batman Begins

Batman Begins è il primo film della trilogia di Batman diretta da Christopher Nolan ed è uscito nel 2005.

Uno dei pregi più rilevanti di Batman Begins è il suo approccio più realistico incentrato sulle origini del personaggio principale. Il film rinuncia agli elementi eccessivamente fantastici presenti in alcune iterazioni precedenti di Batman per offrire una versione più cruda e credibile del personaggio. Questo ha portato a una reinterpretazione più profonda e complessa di Batman che i fan hanno subito amato.

La costruzione del mondo e la caratterizzazione dei personaggi sono ulteriori punti di forza. Il film si impegna a esplorare le origini di Bruce Wayne e il processo che lo ha portato a diventare Batman. Questa profondità e complessità nella caratterizzazione dei personaggi contribuiscono a dare al film una base solida e coinvolgente.

Le sequenze d'azione sono ben coreografate e l'uso di effetti pratici creano un mondo visivamente appagante e realistico, anche nei momenti di azione.

Per quanto riguarda i difetti, l'approfondimento delle origini di Batman potrebbe risultare lento per alcuni spettatori, soprattutto nella prima parte del film. Per un cinecomic del 2005 può essere considerato un difetto, dato che l'azione tarda ad arrivare. Ciò rischia di non coinvolgere immediatamente lo spettatore.

Inoltre, l'antagonista, Ra's al Ghul, potrebbe risultare meno memorabile rispetto ad altri villain presenti nei film successivi di Nolan.

Dunkirk

Dunkirk, il film diretto da Christopher Nolan e rilasciato nei cinema nel 2017, è noto per la sua rappresentazione realistica dell'evacuazione di Dunkerque durante la Seconda Guerra Mondiale.

Uno dei pregi più evidenti di Dunkirk è la sua potente rappresentazione visiva. Nolan è riuscito a catturare in modo straordinario l'atmosfera claustrofobica e angosciante dell'evacuazione attraverso una regia immersiva. La scelta di filmare alcune scene in formato IMAX ha amplificato l'esperienza cinematografica, trasportando gli spettatori direttamente nella drammatica situazione dei soldati.

La colonna sonora di Hans Zimmer è un altro punto forte del film. La musica intensa e pulsante amplifica la tensione e l'emozione, contribuendo a creare una sensazione di ansia costante.

La narrazione non lineare è un altro aspetto distintivo di Dunkirk. La trama si sviluppa attraverso tre prospettive temporali interconnesse, offrendo uno sguardo diversificato sull'evacuazione e aggiungendo una struttura narrativa intrigante.

A causa della natura focalizzata sull'azione del film, alcuni spettatori potrebbero percepire che i personaggi manchino di profondità e sviluppo emotivo, riducendo la loro capacità di connettersi con loro (sono anche troppi).

Oppenheimer

Oppenheimer di Christopher Nolan è una rivisitazione moderna del mito di Prometeo attraverso la storia di Robert J. Oppenheimer e la creazione della bomba atomica. Nolan offre una prospettiva unica, con un mix di fisica e fisicità che gli permette di coinvolgere il pubblico senza mai annoiarlo, ma il film potrebbe risultare difficile da seguire per alcuni spettatori a causa della complessità della trama e dei salti temporali. 

Nonostante ciò, presenta momenti emozionanti e vulnerabili, soprattutto per il protagonista interpretato da Cillian Murphy. Tuttavia, la densità storica e i dettagli possono rendere la visione impegnativa per chi non è familiare con la storia di Oppenheimer e il contesto della Seconda Guerra Mondiale.

Segnaliamo una colonna sonora magistrale di Ludwig Göransson, che contribuisce a creare l'atmosfera del film.

Il Cavaliere Oscuro

Il Cavaliere Oscuro (The Dark Knight) è il secondo capitolo della trilogia di Batman diretta da Christopher Nolan. Uscito nei cinema nel 2008 è considerato uno dei film di supereroi più iconici.

L'interpretazione memorabile di Heath Ledger nel ruolo del Joker rende il film memorabile e purtroppo la prematura morte del giovane attore ha dato al film probabilmente una spinta in più nella direzione di "cult". Heath Ledger ha vinto l'Oscar (postumo) per la sua interpretazione.

La tematica del dualismo morale e della giustizia è un punto di forza della storia. Il film esplora l'equilibrio tra il bene e il male, affrontando le sfumature etiche e mettendo in discussione le linee di demarcazione tradizionali tra eroi e villain. Questo conferisce al film una profondità filosofica che va oltre il tipico film di supereroi.

La regia di Nolan e le sequenze d'azione ben coreografate contribuiscono a creare un'esperienza coinvolgente. Si sottolineano anche i dialoghi eccezionali e la musica incredibilmente coinvolgente.

Dall'altro lato, se si vuole muovere una critica leggera, la trama che ruota attorno al Joker sembra che si regga su dei punti molto labili. Il villain pare avere un piano infallibile e ben pensato ma, se si osserva attentamente, molto di quello che accade il Joker non avrebbe potuto pianificarlo. Si è affidato al destino? Al caso? Al suo amato caos? Beh ha avuto parecchia fortuna.

Memento

Memento, il film di Christopher Nolan uscito nei cinema nel 2000, è noto per la sua narrazione non lineare e per la sua esplorazione della memoria e dell'identità.

Uno dei pregi più distintivi di Memento è la sua struttura narrativa non lineare. Il film è suddiviso in scene alternate tra bianco e nero e colori, creando un puzzle intrigante che invita lo spettatore a cercare di capire la sequenza degli eventi. Questo approccio unico alla narrazione è un punto di forza che rende il film coinvolgente e stimolante.

La tematica della memoria e dell'identità è un altro elemento che rende Memento affascinante. Il protagonista Leonard soffre di amnesia anterograda, il che lo costringe a affidarsi a polaroid, tatuaggi e note per cercare di ricostruire i fatti. Questa esplorazione della fragilità della memoria e della costruzione dell'identità aggiunge profondità e complessità alla trama.

La regia attenta di Nolan è un ulteriore punto forte. La fotografia in bianco e nero e a colori aiuta a differenziare le diverse linee temporali, contribuendo a guidare lo spettatore attraverso il labirinto narrativo. L'uso di elementi visivi come i tatuaggi e le polaroid aiuta a trasmettere l'esperienza di Leonard e ad aumentare l'immersione dello spettatore.

Uno dei possibili difetti è relativo alla relazione emotiva con i personaggi. Poiché la trama si concentra sulla confusione di Leonard, potrebbe essere difficile per lo spettatore stabilire un legame empatico profondo con lui e con gli altri personaggi.

Inception

Inception è un cult. Diretto da Christopher Nolan e uscito nel 2010, il film è celebre per la sua trama intricata e il concetto di sogno entro il sogno.

La trama si basa sulla possibilità di infiltrarsi nei sogni altrui e manipolarli, introducendo un elemento di fantascienza e filosofia che invita gli spettatori a riflettere sulla natura della realtà e della percezione. A differenza degli altri film di Nolan, Inception è forse il film che ha il protagonista (Cobb) con il quale si può empatizzare di più. Questo, interpretato da Leonardo DiCaprio, ha un passato che vuole rivivere (chi non l'ha) e un amore che non vuole dimenticare. Una storia incredibilmente drammatica che è il cuore di questo film fantascientifico. 

La regia di Nolan è un punto di forza. Le sequenze oniriche sono spettacolari e coinvolgenti, con effetti visivi straordinari e sequenze d'azione ben coreografate. La costruzione di mondi onirici crea un'esperienza visiva sorprendente e mozzafiato. Gli effetti speciali sono incredibilmente ben realizzati e il cast è incredibile (Tom Hardy, Marion Cotillard, Michael Caine, Ken Watanabe, Cillian Murphy).

La colonna sonora di Hans Zimmer sottolinea l'atmosfera unica del film. La musica intensa e suggestiva amplifica l'emozione delle scene, contribuendo a immergere lo spettatore nell'esperienza onirica e psicologica.

The Prestige

The Prestige, il film diretto da Christopher Nolan e rilasciato nel 2006, è un'opera cinematografica notevole che merita sicuramente lodi per diversi aspetti.

Uno dei tratti più distintivi e apprezzabili del film è la sua struttura narrativa intricata e piena di colpi a effetto. La trama, incentrata sulla rivalità tra due illusionisti, sfida lo spettatore a indagare enigmi e rivelazioni mentre viene svelato il mondo oscuro e competitivo delle esibizioni magiche. Questa struttura contribuisce a creare una sensazione di suspense costante, tenendo lo spettatore sulle spine fino all'ultimo minuto.

Le performance degli attori sono un altro punto di forza evidente. Christian Bale e Hugh Jackman offrono interpretazioni solide e convincenti dei protagonisti, catturando le loro emozioni, ambizioni e rivalità con grande intensità. Inoltre, il cast di supporto, tra cui Michael Caine e Scarlett Johansson, contribuisce ulteriormente a creare un insieme di personaggi ricchi e sfaccettati.

La regia di Nolan è magistrale nel guidare lo spettatore attraverso i dettagli intricati della trama. L'uso della fotografia e dei dettagli visivi aiuta a trasmettere l'atmosfera vittoriana e misteriosa dell'epoca, contribuendo all'immersione nell'ambientazione.

Inoltre, il tema centrale del sacrificio e dell'ossessione è affrontato con profondità, portando lo spettatore a riflettere sui costi personali delle ambizioni e delle rivalità senza limiti. Questa riflessione filosofica conferisce al film una dimensione emotiva e intellettuale che va oltre il mero intrattenimento.

The Prestige è il miglior film di Nolan perché è un film solido, completo, senza lacune che soddisfa appieno lo spettatore che lo guarda (anche più volte).

Immagine di copertina diffusa per la stampa da Universal: Christopher Nolan - Oppenheimer Paris 1er, July 11th, 2023. Scattata da Olivier BORDE.

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti al nostro canale Telegram e rimani aggiornato!

Sto cercando articoli simili...