House of the Dragon: Daemon Targaryen nel quinto episodio, chi uccide e perché?

Autore: Francesca Musolino ,

Nel quinto episodio di House of the Dragon disponibile in esclusiva su Sky e in streaming su NOW in contemporanea con la messa in onda statunitense di HBO, ci sono stati diversi colpi di scena inaspettati. La trama è stata incentrata soprattutto sui preparativi per le nozze della Principessa Rhaenyra, ma in tutto questo c'è stato anche un evento di rilievo che potrebbe aver segnato la svolta per un certo personaggio.

Abbonati a NOW Premium

Il passato di Daemon

Nella serie di House of the Dragon, Daemon è sposato con Lady Rhea Royce. Un personaggio che non viene mai mostrato nella storia fino al quinto episodio della serie, che segna la sua prima e ultima comparsa: dopo che la donna cade da cavallo e resta paralizzata, Daemon le dà il colpo di grazia per finirla.

Advertisement

Come mai il Principe Targaryen si trova proprio lì in quel momento? Il suo era un omicidio premeditato o si è trattato soltanto di una fortuita coincidenza? Ma soprattutto, per quale motivo ha ucciso sua moglie e perché proprio ora? Nei romanzi di George R.R. Martin Rhea muore battendo la testa su una pietra, a causa della caduta da cavallo e non uccisa da Daemon. Quindi questo cambiamento di trama avvenuto nella serie non può essere casuale. 

Advertisement

I matrimoni combinati dei Sette Regni

Per continuare la loro dinastia e rafforzare le proprie casate, tutte le famiglie nobili come da tradizione sono solite combinare matrimoni d'interesse: in questo modo i Lord al comando di ogni Casa, si assicurano che i propri figli possano procreare degli eredi e allo stesso tempo loro acquisiscono nuovi alleati. La maggior parte dei novelli sposi è costretta a subire il proprio destino oppure in base alle proprie aspettative, può anche accogliere di buon grado la vita coniugale. Ma c'è anche chi finge di accettare quello che ritiene essere solo un accordo politico, mentre ufficiosamente pratica un comportamento libertino al di fuori del sacro vincolo.

Tra questi personaggi c'è proprio Daemon Targaryen, che non solo è dedito a eccessi di vario genere con i quali manca di rispetto alla moglie e alla loro unione; ma non ha mai neppure consumato con la donna il loro matrimonio, venendo quindi meno a uno dei punti fondamentali di queste unioni. Anche quelle tra Daemon e Rhea sono state nozze decise da terzi e già solo per questo motivo, il giovane Targaryen non ha mai sopportato questo legame. Inoltre Daemon è una persona che non ama stare alle regole e a cui piace superare certi limiti, di conseguenza la pacifica vita di coppia non fa per lui. Ma c'è un'altra questione per cui a Daemon questa unione è stata stretta fin da subito, ovvero il Trono di Spade. 

La tanto ambita eredità

Come fratello minore di Viserys e primo membro maschile della famiglia in qualità di secondogenito, Daemon ha sempre dato per scontato che il Trono sarebbe passato a lui dopo la morte dell'attuale sovrano. Questo anche in merito al fatto che la prima moglie di Viserys, la Regina Aemma, quando era in vita non era riuscita a portare a termine nessuna delle sue gravidanze, oppure i bambini morivano poco dopo la loro nascita. L'unica figlia sopravvissuta è stata Rhaenyra ma essendo una donna, Daemon non la vedeva inizialmente come una minaccia; soprattutto visto cosa era successo con Rhaenys Targaryen, moglie di Corlys Velaryon; che nonostante fosse un erede diretta al Trono, la sua ascesa non viene approvata dal Consiglio, che aveva invece votato a favore di Viserys.

Advertisement

Le cose sono cambiate dopo la morte della Regina Aemma, quando Viserys ha scelto comunque a dispetto di tutto il resto, di proclamare Rhaenyra come sua erede; patto che ha mantenuto nonostante abbia avuto in seguito un erede maschio, dal suo secondo matrimonio con Alicent Hightower. Daemon ha cercato d'infangare l'onore di Rhaenyra al fine di chiederla in sposa, sulla scia del noto detto del "i panni sporchi si lavano in famiglia". Ma Viserys si oppone fermamente a questa unione, non solo perché non ha intenzione di cedere la figlia a uomo che ritiene indegno, ma anche perché quest'ultimo è già sposato.

Il motivo dell'omicidio compiuto da Daemon

Daemon sposando Rhaenyra diventerebbe il nuovo Re a fianco della giovane Regina Targaryen, ma Viserys gli fa presente che non può risposare nessuna donna perché ha già un matrimonio in corso ancora valido. Daemon prova a far leva sul fatto che il loro antenato Aegon, si era sposato con entrambe le sue sorelle; ma era stato un caso isolato e compiuto da parte di un uomo con cui secondo Viserys, suo fratello non ha nulla a che spartire. Di conseguenza viene quasi automatico pensare che Daemon ha deciso di uccidere proprio ora sua moglie, per essere libero da ogni vincolo e per poter così sposare sua nipote.

Advertisement

Dopo tale omicidio infatti, Daemon si presenta come nulla fosse al banchetto nuziale dedicato a Rhaenyra e Laenor, dove continua a riprovarci con la ragazza, al fine di farla desistere dal compiere il grande passo con un altro uomo. La loro discussione viene interrotta dalla confusione generata dall'assassinio di Ser Joffrey, momento durante cui  zio e nipote si perdono di vista. Successivamente il matrimonio tra Rhaenyra e Laenor viene comunque velocemente celebrato a porte chiuse, probabilmente al fine di prevenire altre interruzioni.

Le conseguenze della morte di Lady Rhea

Nel frattempo con la morte di Rhea, non avendo avuto figli Daemon diventa il suo unico erede: la donna era Lady di Pietra di Runa e capo della Casa Royce, residente nella Valle di Arryn; titoli e patrimonio sempre disprezzati e derisi da Daemon, tanto che era solito chiamare la moglie "p*****a di bronzo" per via dell'armatura di bronzo tipica della casata Royce. Eppure nel quinto episodio della serie mentre parla con Ser Gerold Royce, cugino di Lady Rhea, reclama tale eredità.

In base a quello che viene raccontato nel corso degli episodi, Daemon non viveva più con la moglie; e quando successivamente Viserys lo scaccia dal Regno, si trasferisce alla Fortezza Rossa. In seguito dopo la fine dalla battaglia nelle Stepstones, fa ritorno ad Approdo del Re mettendosi - teoricamente - a disposizione del Regno. Questo significa che Daemon aveva abbandonato da tempo la Valle di Arryn, tanto è vero che la stessa moglie è sorpresa d'incontrarlo lì dopo tanto tempo.

Advertisement

Pertanto la sua presenza nel solito percorso di caccia in cui andava Rhea, non può essere soltanto una coincidenza: questo suggerisce quindi che il giovane Targaryen era andato appositamente lì per ucciderla. Inoltre indossa gli stessi abiti modesti usati per non farsi riconoscere e per confondersi tra il popolo quando porta Rhaenyra nei bassifondi di Approdo del Re. Mentre se fosse giunto alla Valle armato di buone intenzioni, si sarebbe potuto presentare vestito da Principe e direttamente a Casa Arryn.

Probabilmente nei prossimi episodi ne sapremo di più, anche se nel frattempo ci sono già delle novità relative alla vita coniugale di Daemon, come si può vedere nel trailer di House of the Dragon dedicato al sesto episodio.

Immagini di copertina e di questo articolo tratte dalla serie TV House of the Dragon. Crediti: HBO, GRRM, Bastard Sword, 1:26 Pictures Inc.

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti al nostro canale Telegram e rimani aggiornato!

Sto cercando articoli simili...