Il Trono di Spade: tutto quello che dovete sapere sulla saga di George R. R. Martin

Autore: Francesca Musolino ,

La serie TV Il Trono di Spade basata sui romanzi Cronache del Ghiaccio e del Fuoco di George R. R. Martin, è stata fin dal suo debutto sul piccolo schermo un incredibile successo a livello globale. Il Trono di Spade, che in Italia è stata trasmessa in esclusiva su Sky e in streaming su NOW in contemporanea con la messa in onda statunitense di HBO, è stata acclamata dalla critica e ha conquistato subito il pubblico, grazie a un insieme di elementi in grado di rendere la serie unica e spettacolare nel suo genere. Il livello della produzione si è dimostrato sempre alto, curando la realizzazione di affascinanti e suggestive ambientazioni girate in differenti luoghi attraverso Canada, Islanda, Marocco, Regno Unito, Malta, Spagna e Croazia.

Nota nel fandom anche con il suo titolo originale Game of Thrones, la serie televisiva tratta dai libri fantasy di Martin è stata in grado di offrire agli spettatori una trama intensa e appassionante a livello emotivo, raccontata dalle encomiabili interpretazioni di un variegato e valido cast d'insieme. Un'emozionante colonna sonora ha sempre accompagnato i momenti più drammatici e toccanti de Il Trono di Spade, rendendo l'esperienza del pubblico ancora più coinvolgente. Mentre la sigla della serie TV, vincitrice di un Emmy per il design, con la sua originale rappresentazione grafica narra letteralmente la storia dei Sette Regni attraverso l'evolversi di un paesaggio in miniatura.

Advertisement

Abbonati a NOW Premium

Nel corso delle sue otto stagioni Il Trono di Spade ha ricevuto numerosi riconoscimenti e candidature per un totale di 59 Premi Emmy Awards su 160 nomination totali. Ma la serie TV negli anni ha stabilito anche dei record da primato, tra cui quello di ottenere gli ascolti più alti di sempre sull'emittente statunitense HBO e per paradosso, allo stesso tempo di diventare anche lo spettacolo più piratato del web.

Il Trono di Spade nonostante la sua onorata carriera non è stata esente da alcune critiche, in particolar modo per la rappresentazione cruenta di numerose eventi. All'interno della serie TV sono presenti in molte occasioni scene di violenza estrema e sequenze sessuali esplicite, due tipi di tematiche che possono disturbare la visione a una parte di pubblico più sensibile. Il Trono di Spade ha inoltre diviso il fandom a metà per il suo finale in quanto la conclusione dello show targato HBO non ha pienamente soddisfatto tutti per via di alcune scelte narrative. Un fattore che ha trovato anche qualche contrarietà nelle precedenti stagioni de Il Trono di Spade, in quanto la storia su schermo non ha completamente mantenuto fede all'opera originale di George R. R. Martin. 

Tuttavia nonostante questi aspetti negativi legati alla serie TV, Il Trono di Spade resta una pietra miliare nella storia del piccolo schermo e uno degli spettacoli più apprezzati di sempre, rimasto indelebile nel cuore dei fan anche dopo la sua conclusione. 

Il Trono di Spade, dai romanzi alla serie TV

HBO
Il Trono di Spade - Schienale del Trono

Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco è una collana di romanzi fantasy scritti dall'autore statunitense George R. R. Martin e da cui è tratta la serie televisiva Il Trono di Spade. Tale opera avviata nel 1991 dallo scrittore è nata in principio come una trilogia, mentre nel corso del tempo è diventata una vera e propria saga che conta un totale di sette libri. Nel percorso di sviluppo del suo racconto, Martin ha realizzato di non poter racchiudere in soli tre volumi l'ampia storia che stava prendendo forma nella sua mente.

Advertisement

Di conseguenza l'autore ha scelto di proseguire con altri romanzi, per delineare in modo più approfondito e dettagliato le vicende incentrate sui numerosi personaggi presenti nella sua opera. Sebbene Martin ha già stabilito il settimo volume come quello conclusivo, non esclude comunque di poter aggiungere un ottavo tomo se fosse strettamente necessario ai fini narrativi della storia.

Advertisement

Delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco sono stati pubblicati i primi cinque libri, mentre la stesura del sesto volume da parte di George R. R. Martin è ancora in corso. Nell'eventualità che possa passare a miglior vita prima di aver completato il suo racconto, lo scrittore ha già dichiarato di non permettere a nessuno di terminare il lavoro al posto suo. Martin ha invece rivelato ai produttori de Il Trono di Spade che finale intende dare alla sua saga cartacea, essendo differente da quello della serie TV.

Elenco dei romanzi delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

I romanzi delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco di George R. R. Martin in Italia sono editi da Mondadori, che li ha distribuiti nel corso degli anni in differenti edizioni. Di seguito è presente l'elenco delle diverse uscite italiane, insieme alla versione originale della saga intitolata A Song of Ice and Fire con la qual rapportarsi, per capire meglio in che modo i romanzi sono stati distribuiti nel nostro paese.

Advertisement

Edizione originale statunitense 

  1. A Game of Thrones - 1996
  2. A Clash of Kings - 1999
  3. A Storm of Swords - 2000
  4. A Feast for Crows - 2005
  5. A Dance with Dragons - 2011
  6. The Winds of Winter - in produzione
  7. A Dream of Spring - inedito

Prima edizione italiana Mondadori

Nella prima edizione italiana delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco pubblicata a partire dal 1999, Mondadori ha suddiviso in più volumi i romanzi originali dove alcuni contano due volumi italiani mentre altri tre volumi. Di seguito è riportato il titolo di ogni romanzo originale insieme ai volumi a cui corrisponde in questa prima edizione italiana.

  1. A Game of Thrones
    • Il Trono di Spade (1999)
    • Il Grande Inverno (2000)
  2. A Clash of Kings
    • Il Regno dei Lupi (2001)
    • La Regina dei Draghi (2001)
  3. A Storm of Swords
    • Tempesta di Spade (2002)
    • I Fiumi della Guerra (2002)
    • Il Portale delle Tenebre (2003)
  4. A Feast for Crows 
    • Il Dominio della Regina (2006)
    • L'Ombra della Profezia (2007)
  5. A Dance with Dragons
    • I Guerrieri del Ghiaccio (2011)
    • I Fuochi di Valyria (2012)
    • La Danza dei Draghi (2012)

Seconda edizione italiana Mondadori - Urania

Advertisement

La seconda edizione italiana delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco distribuita da Mondadori dal 2007 è stata inserita all'interno della collana Urania - Le grandi saghe fantasy. In questo caso i primi quattro romanzi sono stati pubblicati ciascuno in un unico volume, eccetto il terzo libro suddiviso invece in due parti. L'edizione Urania si è fermata nel 2010 con l'uscita del quarto romanzo, pertanto in questa collana non è presente il quinto libro della saga.

  1.  Il Gioco del Trono (A Game of Thrones)
  2.  Lo Scontro dei Re (A Clash of Kings)
  3.  Tempesta di Spade - Parte Prima (A Storm of Swords)
  4. Tempesta di Spade - Parte Seconda (A Storm of Swords)
  5.  Il Banchetto dei Corvi (A Feast for Crows)

Terza edizione italiana Mondadori tascabile

Nel 2011 Mondadori ha pubblicato un'edizione tascabile delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco nella collana Oscar Miti. L'edizione composta da 12 libri, è stata distribuita in contemporanea con l'uscita della serie TV Il Trono di Spade. I libri presentano gli stessi titoli dei volumi della prima edizione, con l'aggiunta di un numero progressivo per distinguersi in ordine cronologico.

  • A Game of Thrones 
    • Il Trono di Spade - 1
    • Il Trono di Spade – 2. Il Grande Inverno 
  • A Clash of Kings
    • Il Trono di Spade – 3. Il Regno dei Lupi 
    • Il Trono di Spade – 4. La Regina dei Draghi 
  • A Storm of Sword
    • Il Trono di Spade - 5. Tempeste di Spade
    • Il Trono di Spade - 6. I Fiumi della Guerra
    • Il Trono di Spade - 7. Il Portale delle Tenebre
  • A Feast for Crows
    • Il Trono di Spade – 8. Il Dominio della Regina
    • Il Trono di Spade – 9. L'Ombra della Profezia
  • A Dance with Dragons
    •  Il Trono di Spade – 10. I Guerrieri del Ghiaccio 
    • Il Trono di Spade – 11. I Fuochi di Valyria
    • Il Trono di Spade – 12. La Danza dei Draghi 

Quarta edizione italiana Mondadori deluxe

Nel 2012 è uscita un'edizione deluxe dell'opera con rilegatura da collezione all'interno della collana Oscar Draghi. Questa edizione è composta da cinque libri con il medesimo titolo in ordine cronologico. Ogni libro comprende i 12 volumi della prima edizione, suddivisi come elencato di seguito: 

  1. Il Trono di Spade - Libro Primo delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (A Game of Thrones)
    • Il Trono di Spade 
    • Il Grande Inverno 
  2. Il Trono di Spade - Libro Secondo delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (A Clash of Kings)
    • Il Regno dei Lupi
    • La Regina dei Draghi
  3. Il Trono di Spade - Libro Terzo delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (A Storm of Swords)
    • Tempesta di Spade 
    • I Fiumi della Guerra 
    • Il Portale delle Tenebre 
  4. Il Trono di Spade - Libro Quarto delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (A Feast for Crows)
    • Il Dominio della Regina 
    • L'Ombra della Profezia 
  5. Il Trono di Spade - Libro Quinto delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (A Dance with Dragons)
    • I Guerrieri del Ghiaccio 
    • I Fuochi di Valyria 
    • La Danza dei Draghi 

Quinta Nuova edizione italiana Mondadori

Nel 2019 Mondadori ha pubblicato una quinta edizione italiana delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco nota come Nuova edizione all'interno della collana Oscar Fantastica. In questo caso i volumi italiani sono cinque in totale come i romanzi originali usciti finora (riportati tra parentesi per orientarsi meglio).

  1. Il Trono di Spade 1. Un Gioco di Troni (A Game of Thrones)
  2. Il Trono di Spade 2. Uno Scontro di Re (A Clash of Kings)
  3. Il Trono di Spade 3. Una Tempesta di Spade (A Storm of Swords)
  4. Il Trono di Spade 4. Un Banchetto per i Corvi (A Feast for Crows)
  5. Il Trono di Spade 5. Una Danza con i Draghi (A Dance with Dragons)

Prodotto Consigliato

L'arte de Il Trono di Spade. Ediz. a colori

"L'arte de Il Trono di Spade" presenta, in un volume dall'ampio formato, una cronaca visiva con i dipinti dettagliati, gli schizzi, le piante e gli alzati, la grafica e i progetti creati da vari artisti per portare a vivere sullo schermo i...

Le stagioni de Il Trono di Spade

HBO
Il Trono di Spade - Tyron sulla nave guarda un drago in cielo

La serie TV Il Trono di Spade è stata trasmessa dal 2011 al 2019 sull'emittente statunitense HBO e in Italia resa disponibile su Sky e in streaming su NOW. Lo spettacolo televisivo tratto dai romanzi di George R. R. Martin è composto da 8 stagioni per un totale di 73 episodi. Gli ideatori di tale titolo sono David Benioff e D. B. Weiss, i quali si sono occupati anche per gran parte della sceneggiatura de Il Trono di Spade. Fino alla quarta stagione anche George R. R. Martin ha messo mani al copione, mentre successivamente lo scrittore ha deciso di dedicarsi completamente al proseguimento dei suoi romanzi.

Il primo episodio de Il Trono di Spade è stato trasmesso negli Stati Uniti il 17 aprile 2011 mentre in Italia l'11 novembre, l'episodio finale è andato invece in onda il 19 maggio 2019 negli Stati Uniti e il 27 maggio in Italia. La serie TV ha mantenuto un ritmo di uscita costante con ogni nuova stagione distribuita a distanza di un anno dalla precedente. Per realizzare l'ottava e ultima stagione ci sono voluti invece due anni di lavoro. Tutte le stagioni de Il Trono di Spade hanno in media 10 episodi ciascuna eccetto le ultime due che presentano una durata leggermente minore.

  • Stagione 1 - 10 episodi, 2011
  • Stagione 2 - 10 episodi, 2012
  • Stagione 3 - 10 episodi, 2013
  • Stagione 4 - 10 episodi, 2014
  • Stagione 5 - 10 episodi, 2015
  • Stagione 6 - 10 episodi, 2016
  • Stagione 7 - 7 episodi, 2017
  • Stagione 8 - 6 episodi, 2019

Ogni stagione della serie TV Il Trono di Spade è basata su uno dei romanzi di George R. R. Martin. Tuttavia considerando che durante la produzione dello spettacolo l'opera cartacea non è stata conclusa e nel frattempo Martin aveva smesso di occuparsi della sceneggiatura televisiva, dalla quinta stagione in poi gli autori David Benioff e D. B. Weiss hanno inserito anche dei contenuti originali alla storia. Di seguito è presente l'elenco delle stagioni de Il Trono di Spade con il relativo volume originale di riferimento, più eventuali extra.

I romanzi su cui si basano le stagioni de Il Trono di Spade

  • Stagione 1 - A Game of Thrones (primo romanzo)
  • Stagione 2 - A Clash of Kings (secondo romanzo)
  • Stagione 3 - A Storm of Swords (terzo romanzo)
  • Stagione 4 - A Storm of Swords (terzo romanzo)
  • Stagione 5 - A Feast for Crows e A Dance with Dragons (quarto e quinto romanzo, più contenuti originali)
  • Stagione 6  - The Winds of Winter (materiale base del sesto romanzo più contenuti originali)
  • Stagione 7 - A Dream of Spring (materiale base del settimo romanzo  più contenuti originali)
  • Stagione 8 - A Dream of Spring (materiale base del settimo romanzo  più contenuti originali)

I luoghi de Il Trono di Spade

Amazon
Il Trono di Spade - La mappa del mondo

Il racconto fantasy delle Cronache del ghiaccio e del fuoco creato da George R. R. Martin è ambientato in un ampio mondo immaginario che si estende in diversi continenti, di cui alcuni ancora inesplorati nel corso degli stessi romanzi. La serie TV Il Trono di Spade si svolge nei due scenari principali, il Continente Occidentale di Westeros e il Continente Orientale di Essos. Due luoghi suddivisi in diverse regioni ognuna delle quali è governata da una differente Casa a cui appartengono i personaggi principali della storia. Nella zona Sud-Est del cosiddetto Mondo Conosciuto fanno parte invece il Continente Sothoryos e quello di Ulthos oltre a diverse isole più piccole.

Ecco di seguito un riepilogo sommario dei vari luoghi, inclusi soprattutto quelli che hanno fatto da scenario nella serie TV Il Trono di Spade.

Il Continente Occidentale di Westeros

Il Continente Occidentale di Westeros in principio è suddiviso in Sette Regni distinti, in seguito conquistati da Re Aegon I Targaryen e unificati in una sola grande potenza. La capitale è situata ad Approdo del Re, luogo in cui è collocato anche il Trono di Spade su cui siede il sovrano dei Sette Regni. Al confine Nord, i Sette Regni sono separati da un enorme muraglione di ghiaccio noto come la Barriera, al di là della quale dimorano le oscure Terre dell'Eterno Inverno.

Il Nord 

Il Nord è uno dei luoghi più freddi dei Sette Regni e ha come capitale Grande Inverno, la dimora di Casa Stark che è al comando del territorio. La città principale del Nord è Porto Bianco abitata da Casa Manderly mentre nei dintorni risiedono altre famiglie di rilievo. Nel punto più a Nord sorge Ultimo Focolare di Casa Umber, a Forte Terrore vivono i membri di Casa Bolton, Karhold è occupata da Casa Karstark mentre Casa Mormont vive sull'Isola dell'Orso.

L'Altopiano

Nella parte a Sud-Ovest di Westeros si trova il territorio fertile dell'Altopiano con capitale Alto Giardino in cui risiede Casa Tyrell. Vecchia Città è il luogo più popoloso e più antico del Continente in cui si erge il solenne faro di Alta Torre dove vive Casa Hightower. Nella cittadina è presente anche l'Ordine dei Maestri e il Tempio Stellato, punto di riferimento per la religione del Culto dei Sette Dei. Uno dei luoghi più ricchi dei Sette Regni si presenta essere l'Isola di Arbor abitata da Casa Redwyne che possiede anche la flotta navale più maestosa del Continente.

Le Isole di Ferro

L'arcipelago delle Isole di Ferro è composto da sette isole principali e da altre minori, la capitale si trova sull'Isola di Pyke in cui governa Casa Greyjoy. Gli abitanti del luogo sono gli Uomini di Ferro, discendenti dei Primi Uomini e degli Andali. Si tratta di un popolo composto da pescatori, marinai e guerrieri, che da sempre compie anche atti di saccheggio e pirateria a discapito degli altri regni.

La Valle di Arryn

Nota anche come la Valle, situata a Est del continente la Valle di Arryn è governata da Casa Arryn presso la capitale Nido dell'Aquila. Un luogo situato molto in alto e per questo difficile da raggiungere nei periodi più freddi, che rende in questo modo Casa Arryn allo stesso modo sia isolata dalle altre Case e sia protetta da eventuali attacchi nemici. Il luogo più grande e importante della Valle è Città del Gabbiano, in cui dimora Casa Grafton e dove abita anche un ramo cadetto di Casa Arryn che però non è in buoni rapporti con la famiglia principale.

Il Principato di Dorne

Nella zona più a Sud di Westeros regna Il Principato di Dorne, una zona ampia ma poco popolata in quanto si estende principalmente su un arido deserto. Il capoluogo è Lancia del Sole in cui vivono e governano i membri di Casa Martell. Nel Principato spicca anche il castello di Stelle al Tramonto, dimora di Casa Dayne situato in un'isola a ovest delle Montagne rosse, mentre a Nord è collocata Yronwood, fortezza di Casa Yronwood.

Le Terre della Corona

Nelle Terre della Corona è situata Approdo del Re, la capitale dei Sette Regni. Luogo in cui si erge il castello della Fortezza Rossa dove è presente il Trono di Spade. Inizialmente governata da Casa Targaryen, la Fortezza Rossa negli anni ha visto susseguirsi diversi sovrani che nel tempo hanno reclamato il Trono per diritto o per conquista. Prima dell'unificazione dei Sette Regni i Targaryen erano dimorati presso Roccia del Drago, un'isola a forma di drago sempre all'interno delle Terre della Corona. Tra gli altri luoghi di rilievo legati a Casa Targaryen è presente Fossa del Drago, in cui erano tenuti i draghi della famiglia e il Grande Tempio di Baelor.

Le Terre dei Fiumi

Le Terre dei Fiumi sono situate al centro di Westeros e hanno come capitale Delta delle Acque, governata da Casa Tully. Un luogo con ricchi di corsi d'acqua che apportano benefici alla fertilità del territorio. Nella zona più a Nord sono situate le Torri Gemelle di Casa Frey, due castelli identici collocati uno di fronte all'altro e uniti da un ponte. Nelle Terre dei Fiumi risiede anche Harrenhal, il castello più grande dei Sette Regni e dimora di Casa Baelish. Un edificio che tuttavia non gode di ottima reputazione a causa di eventi nefasti avvenuti a chiunque vi abbia soggiornato.

Le Terre dell'Ovest 

Nelle ricche minerarie Terre dell'Ovest è situato Castel Granito, il secondo fabbricato più grande dopo Harrenhal, governato da Casa Lannister. Un edificio che non porta un nome casuale, in quanto non è mai caduto durante le battaglie essendo di fatto inattaccabile. Sul territorio è presente anche Lannisport, tra la città più grandi di Westeros e con uno dei porti maggiori del continente.

Le Terre della Tempesta 

A Sud-Est di Westeros si estendono le Terre della Tempesta, nome derivato dalla ripetute e violenti tempeste marine che colpiscono la costa. Questo territorio vanta la presenza di Capo Tempesta, una delle più maestose e resistenti fortezze del regno in cui risiede Casa Baratheon. Un altro luogo di spicco è l'Isola di Tarth abitata da Casa Tarth, nota anche come Isola di Zaffiro per via delle acque cristalline che la circondano. Di rilievo anche la residenza Sala dell'Estate, castello in rovina distrutto da un incendio che in passato era la tenuta estiva dei Targaryen.

La Barriera

La Barriera composta da un massiccio e invalicabile muro di ghiaccio alto quasi 280 metri e lungo 480 chilometri, è stata costruita per dividere il confine tra i Sette Regni e Le Terre dell'Eterno Inverno. Lungo la Barriera sono collocati diversi castelli di vedetta, attraverso i quali la comunità dei Guardiani della Notte protegge il confine da attacchi e intrusioni esterne. La sede principale dei Guardiani della Notte è il Castello Nero attorno a cui si snoda l'insediamento, in prevalenza sotterraneo, di Città della Talpa.

Le Terre dell'Eterno Inverno

Le Terre dell'Eterno Inverno dislocate all'estremo Nord di Westeros comprendono una parte di territorio più selvaggia e inesplorata, abitata sia da esseri umani che da differenti creature come metalupi e Giganti. Nell'insediamento di Aspra Dimora vivono invece diverse tribù e clan noti come Popolo Libero, che seguono le proprie culture e tradizioni invece di adeguarsi al regime presente nei Sette Regni. Per questo motivo vengono considerati come dei criminali da chi vive oltre la Barriera e identificati con il nome di Bruti.

Il Continente Orientale di Essos

Il Continente Orientale di Essos si estende orizzontalmente attraverso un territorio più vasto di quello Occidentale di Westeros, sebbene non sia possibile stabilire con certezza la sua superficie in quanto non esiste una mappatura completa di tale mondo. Nella parte Ovest di Essos figurano le Città Libere che non sono sotto il regime dei Sette Regni, mentre al centro del Continente è presente il Mare Dothraki. Nella parte Est del territorio si trovano le Terre delle Ombre mentre al Sud ci sono le Terre del Mare dell'Estate. All'interno del Continente di Essos prevale il fiume Rhoyne che si dirama attraverso numerosi affluenti e converge in un vasto delta. 

Le città libere

Le Città Libere sono così dette in quanto hanno un proprio statuto e non sono sottomesse all'autorità monarchica che vige nei Sette Regni. In tutto sono 9 città abitate principalmente da mercanti e gente comune, fungendo da ponte di scambio per il commercio tra Westeros ed Essos. Le Città Libere sono:

  • Braavos
  • Pentos
  • Myr
  • Tyrosh
  • Lys
  • Lorath
  • Norvos
  • Qohor 
  • Volantis 

Terre del Mare dell'Estate

Le Terre del Mare dell'Estate includono nel loro territorio La Baia degli Schiavisti e La Penisola Valyriana.

  • La Baia degli Schiavisti: è un territorio composto da città-stato e adibito al più grande commercio degli schiavi. Yunkai anche nota come Città Gialla si distingue per l'importazione delle cosiddette schiave da letto, mentre Astapor detta Città Rossa è il centro di addestramento degli Immacolati, degli schiavi eunuchi utilizzati come soldati. Meereen è la città-stato più grande di tutte in cui c'è il maggior commercio di schiavi.
  • La Penisola Valyriana: in principio era la terra del popolo Valyriano, da cui discendono i Targaryen. Un luogo che viene distrutto da un terribile cataclisma conosciuto come il Disastro di Valyria. 

Il Mare Dothraki

A dispetto del nome che porta, il Mare Dothraki non riguarda l'acqua ma comprende una distesa pianura d'erba. In questo luogo risiede la tribù nomade dei Dothraki il cui unico insediamento fisso è quello di Vaes Dothrak. Città considerata sacra e di grandi dimensioni, nella quale vengono ospitati anche i mercati dei due Continenti principali. Tuttavia tale comunità non è popolosa in quanto i Dothraki si spostano spesso, ma all'interno di Vaes Dothrak vivono principalmente vedove, anziani e schiavi.

Asshai

La città di Asshai si trova a Sud-Est di Essos ed è collocata nell'estremità delle Terre delle Ombre e per questo spesso viene anche chiamata Asshai delle Ombre. Asshai è famosa in tutto il mondo ed è conosciuta soprattutto per le pratiche magiche di ogni sorta. Nonostante sia una città molto grande, è poco popolata e vive essenzialmente grazie agli scambi commerciali essendo provvista di poche risorse locali.

Desolazione Rossa

La Desolazione Rossa è una regione che si trova a Sud del Mare Dothraki e a Est della Baia degli Schiavisti. Prende il nome dal suo territorio che si estende su un'arida terra rossa varcata da fiumi asciutti e basse colline e da cui è quasi impossibile ricavare valide risorse. Il luogo più importante è la città di Qarth, uno dei porti più grandi del mondo e punto di scambi commerciali soprattutto per quanto riguarda la vendita degli schiavi. Qarth è anche nota per la presenza di stregoni che utilizzano la pozione "ombra della sera" utile a sviluppare i loro sensi mistici.

Yi Ti

Yi Ti è una regione situata a Est della città di Qarth e pervasa da un grande fiume. Il territorio è coperto da campi coltivati e floride foreste, in cui sono disseminate varie cittadine. Yi Ti è conosciuta per il commercio di vino e di zafferano.

Prodotto Consigliato

Fuoco e sangue. House of the Dragon

Uno degli avvincenti libri di George R.R. Martin, lo storico autore che ha dato il via alla saga televisiva de Il Trono di Spade, da cui è stato tratto anche il prequel House of the Dragon ispirato proprio al libro Fuoco e sangue.

Il Continente di Sothoryos

Sothoryos è il terzo Continente presente nel mondo de Il Trono di Spade situato a Sud di Essos e a Sud-Est di Westeros. Un luogo particolarmente selvaggio e rischioso per la presenza di animali feroci e tremende malattie come l'incurabile Morbo Grigio, ma soprattutto perché si tratta per la maggior parte di un territorio inesplorato e quindi pericoloso.

Nella parte più a Nord di Sothoryos ci sono varie isole e villaggi, tuttavia si tratta sempre di luoghi impervi in cui vivono persone malate. Altre cittadine sono ormai cadute in rovina, mentre nella parte bassa della regione ci sono alcuni centri commerciali ma molto modesti e poco forniti.

Il Continente di Ulthos

Il quarto e ultimo Continente noto è quello di Ulthos situato a est di Sothoryos e di cui non si conosce praticamente nulla. Da quel poco che traspare risulta essere un territorio non adatto alle colture, in quanto è invaso da particolari piante in grado di raggiungere i due metri di altezza. Nella parte Nord si trova l'Isola di Ulos, un luogo inospitale in cui ci sono i resti di un insediamento decaduto.

I personaggi principali de Il Trono di Spade

La serie TV Il Trono di Spade si contraddistingue per i numerosi e variegati personaggi che ne fanno parte, essendo a modo loro tutti quanti dei protagonisti. Sebbene nel corso della storia alcuni personaggi hanno più rilievo di altri, nel complesso sono tutti fondamentali all'evolversi della trama in quanto ne Il Trono di Spade regnano e combattono diverse Case con uno scopo comune. In particolar modo ogni Casa è collegata ad altre in base alle alleanze che stringe e ai matrimoni celebrati. Due tipi di unioni atte a rafforzare il proprio potere e a procreare eredi per continuare le rispettive dinastie.

Proprio per via della moltitudine di personaggi esistenti e soprattutto dei loro relativi alberi genealogici di lunga data, diventerebbe troppo lungo e dispersivo ai fine della lettura elencarli uno per uno. Per questo motivo di seguito è presente un riepilogo essenziale delle Case principali, utile a farsi un'idea sul tipo di gerarchia presente nel mondo de Il Trono di Spade e dei personaggi chiave della serie TV.

Casa Stark

La serie TV Il Trono di Spade inizia e si conclude con la famiglia Stark dando quindi l'impressione che siano loro i veri protagonisti della storia. Un ragionamento sensato solo in parte, in quanto come specificato all'inizio di questo paragrafo ogni Casa è protagonista e importante ai fini della trama.

Casa Stark governa e protegge il Nord presso la fortezza di Grande Inverno. Si tratta di una stirpe tra le più antiche che discende anche da Brandon detto il Costruttore. Colui che secondo una leggenda ha creato Casta Stark e ha costruito Grande Inverno e la Barriera. Il Lord di Grande Inverno è Eddard "Ned" Stark, sposato con Catelyn Tully con la quale hanno avuto cinque figli. Ognuno di loro accudisce un metalupo, creature tipiche del Nord:

  • Robb: il suo nome è un omaggio a Lord Robert Baratheon, grande amico di Ned Stark. Viene coinvolto in un complotto ricordato come Le Nozze Rosse. Possiede il metalupo Vento Grigio
  • Sansa: promessa inizialmente come sposa a Joffrey Baratheon, viene in seguito obbligata a unirsi in matrimonio con Tyrion Lannister. In un secondo tempo viene costretta a sposare il sadico Ramsay Bolton. Possiede il metalupo Lady
  • Arya: fin da piccola ama combattere e si esercita con la sua spada soprannominata Ago. Da adulta si unisce agli Uomini Senza Volto di Braavos. Possiede il metalupo Nymeria
  • Bran: Brandon detto Bran prende il nome dallo zio paterno. Da bambino a causa di Jaime Lannister precipita dall'alto e resta paralizzato dalla vita in giù. In seguito entra in contatto con il veggente detto Corvo con Tre Occhi da cui acquisisce la facoltà di viaggiare con la mente e avere premonizioni. Possiede il metalupo Estate
  • Rickon: il suo nome è un tributo al nonno paterno Rickard. É il più piccolo dei fratelli e anche il più ribelle. Durante un tradimento ai danni di Casa Stark viene rapito e creduto morto dalla famiglia, prima di ricomparire in un secondo tempo. Possiede il metalupo Cagnaccio

Nella famiglia degli Stark è presente anche Jon Snow in qualità di figlio illegittimo di Ned. In realtà Jon è figlio della relazione segreta tra Rhaegar Targaryen e Lyanna Stark, sorella di Ned, che in punto di morte lo affida al fratello. Il vero nome di Jon come discendente dei Targaryen è Aegon VI Targaryen, ma la verità si scoprirà solo in un secondo tempo in quanto Ned per proteggere il nipote, manterrà il segreto.

Tutti i figli nati al di fuori delle unioni coniugali non sono considerati eredi, ma vengono definiti bastardi e ribattezzati tutti con lo stesso cognome di riconoscimento. Al Nord il cognome per i figli illegittimi è Snow (Neve). Non sentendosi mai veramente a suo agio tra gli Stark, soprattutto per l'evidente ostilità di Catelyn Tully, Jon in seguito si unisce ai Guardiani della Notte. Possiede il metalupo Spettro.

Ned Stark oltre alla sorella Lyanna ha altri due fratelli Benjen e Brandon. Benjen ricopre il ruolo di Primo Ranger dei Guardiani della Notte, ma scompare per un lungo periodo dopo aver oltrepassato la Barriera. Brandon non compare ne Il Trono di Spade in quanto viene ucciso in eventi antecedenti a quelli mostrati nella serie TV.

Casa Tully

Casa Tully è protettrice delle Terre dei Fiumi su cui regna dalla dimora di Delta delle Acque. A capo della Casa figura Lord Edmure Tully, fratello minore di Lysa e di Catelyn, moglie di Eddard Stark. Inizialmente Catelyn viene promessa in sposa a Brandon Stark ma dopo la prematura morte di quest'ultimo, Catelyn in seguito sposerà il fratello di Brandon, Eddard.

Lysa da sempre innamorata di Petyr Baelish detto Ditocorto, successivamente uccide il primo marito Jon dal quale ha anche avuto un figlio, Robin, per sposarsi con Petyr. Con la morte di Jon, Lysa diventa Lady Reggente della Valle di Arryn.

Casa Targaryen

Quella relativa ai Targaryen è forse la più ricca e più importante di tutte le trame, sia a livello di storia e sia per quanto riguarda i numerosi personaggi appartenenti a tale Casa. I Targaryen discendono dai Valyriani di Essos, un popolo estinto dopo il cataclisma noto come il Disastro di Valyria che sterminò completamente la stirpe. Aegon I Targaryen riesce a fuggire per tempo insieme alle sorelle Visenya e Rhaenys in sella ai loro draghi, approdando nel Continente Occidentale di Westeros. I Targaryen sono anche gli ultimi Signori dei Draghi essendo rimasti gli unici discendenti a possedere le creature alate.

Prima della caduta di Valyria Casa Targaryen era collocata a Roccia del Drago. Ma una volta giunto a Westeros, Aegon I decide di prendere possesso dei Sette Regni e unificarli in un unico impero, guadagnandosi per questo il titolo di Conquistatore. Aegon governa il nuovo regno insieme alle sorelle divenute nel frattempo anche le sue mogli, in quanto i Targaryen ritengono la loro razza pura e per preservarla e continuare la dinastia, sono soliti unirsi in matrimonio tra consanguinei. Per 300 anni la stirpe dei Targaryen detiene la sovranità dei Sette Regni tra la capitale Approdo del Re e Roccia del Drago.

Ne Il Trono di Spade la storia dei Targaryen inizia dalla loro fine, in quanto vengono mostrati gli ultimi membri della Casa sopravvissuti alla guerra indetta da Robert Baratheon. Nello specifico si tratta dei fratelli Viserys e Daenerys figli di Rhaella Targaryen e Aerys II Targaryen detto il Re Folle. Rhaegar Targaryen, padre di Jon Snow alias Aegon VI, è il fratello di Viserys e Daenerys ma ne Il Trono di Spade compare soltanto in un flashback del passato essendo morto in precedenza ai fatti narrati nella serie TV. 

Ne Il Trono di Spade Daenerys ancora adolescente, viene venduta dal fratello Viserys al popolo Dothraki e obbligata a sposare il capo della tribù Khal Drogo. Tale esperienza segna Daenerys in modo indelebile rendendola allo stesso tempo più forte. Da quel momento infatti la giovane Targaryen decide di reclamare il Trono di Spade e di conquistare tutti i continenti, incluse le Città Libere dove combatterà per eliminare schiavitù e soprusi di ogni genere.

Casa Lannister

I Lannister proteggono le Terre dell'Ovest che governano dalla fortezza di Castel Granito. Al comando è presente Lord Tywin Lannister con i suoi figli, i gemelli Jaime e Cersei e il minore dei tre, Tyrion. La moglie di Tywin, sua cugina Joanna Lannister, non compare ne Il Trono di Spade essendo deceduta in eventi antecedenti a quelli narrati nella serie TV. Joanna perde la vita quando dà alla luce Tyrion che nasce affetto da nanismo. Cersei e suo padre lo ritengono responsabile della morte di Joanna e per questo lo detestano fin dalla sua nascita.

A seguito di un'alleanza con Casa Baratheon, Cersei sposa il Lord Robert Baratheon che è al comando dei Sette Regni dopo aver spodestato il Re Folle Aerys II Targaryen. La coppia genera tre figli Joffrey, Myrcella e Tommen ma in realtà i presunti eredi di Robert sono nati dalla relazione incestuosa tra Cersei e il suo gemello Jaime. Una verità che quando viene a galla innesca una reazione a catena nel Continente, per stabilire i legittimi eredi al Trono di Spade.

Jaime invece è un Cavaliere che in seguito diventa Lord Comandante della Guardia Reale. Ottiene il titolo di Sterminatore di Re dopo aver ucciso Aerys II Targaryen per impedirgli lo sterminio di Approdo del Re.

Tyrion per via del suo aspetto è soprannominato Folletto, anche se a dispetto di ciò che pensano gli altri è un ottimo consigliere e un abile stratega. Ricopre diversi titoli tra cui Maestro del Conio e Primo Cavaliere del Re, diventando in seguito il Lord di Castel Granito. 

Casa Baratheon

Casa Baratheon protegge e governa le Terre della Tempesta presso la roccaforte di Capo Tempesta. Il Lord è Robert Baratheon che ha due fratelli minori, Stannis e Renly. All'inizio della serie TV Il Trono di Spade viene mostrato Robert già a comando dei Sette Regni e marito di Cersei Lannister, ma c'è un'importante parte di storia letteraria che spiega come si è giunti a tale epilogo.

Nei romanzi di George R.R. Martin Lyanna Stark, sorella di Ned, viene promessa in sposa a Robert Baratheon. La donna che invece è innamorata di Rhaegar Targaryen, figlio del Re Folle Aerys II Targaryen, fugge insieme a lui per sposarlo. La scomparsa di Lyanna viene interpretata dalla sua famiglia come un rapimento da parte di Rhaegar. Così Brandon Stark, fratello di Lyanna, con al seguito altri uomini giunge ad Approdo del Re per minacciare Rhaegar. Il Re Folle condanna a morte Brandon e il suo gruppo uccidendo anche i rispettivi padri di ognuno.

Il Re Folle non si ferma e vuole uccidere anche Robert Baratheon ed Eddard Stark. Tale minaccia darà il via a una lunga guerra nota come La Ribellione di Robert che porterà quest'ultimo a diventare il nuovo Re dei Sette Regni con la sconfitta di Casa Targaryen. Aerys viene ucciso da Jaime Lannister, il quale al tempo era al servizio del Re in veste di Guardia Reale e disubbidisce all'ordine secondo cui avrebbe dovuto assassinare suo padre, Tywin Lannister.

Dopo essere salito al Trono, Robert proclama suo fratello Renly come Lord di Capo Tempesta, titolo che per gerarchia sarebbe toccato al fratello mediano Stannis. Quest'ultimo invece viene nominato Lord di Roccia del Drago e in seguito entra nel Concilio Ristretto di Robert come Maestro della Flotta.

Stannis prende in moglie Selyse Florent di Acquachiara da cui avrà una figlia Shireen, che però da piccola si ammala dell'incurabile Morbo Grigio. Nel tentativo di trovare una cura per la figlia, Stannis si lascia irretire dalla sacerdotessa Melisandre e finisce per convertirsi alla religione del Dio R'hllor.

Casa Greyjoy

Casa Greyjoy governa le Isole di Ferro dominando il territorio dalla fortezza di Pyke ed è alla guida degli Uomini di Ferro, i quali sono dediti alla vita di mare tra commercio e pirateria. Il Lord della Casa è Balon Greyjoy, fratello maggiore di Euron e Aeron. Balon era sposato con Alannys di Casa Harlaw (non compare ne Il Trono di Spade) dalla quale ha avuto quattro figli: Rodrik, Maron, Yara e Theon. Rodrik e Maron non sono presenti nella serie TV, in quanto muoiono in eventi precedenti narrati lei libri e legati alla battaglia Ribellione dei Greyjoy indetta contro il Trono di Spade.

Aeron dopo una vita di alti e bassi sceglie la via del sacerdozio e si ritira a vivere sulla spiaggia diffondendo ai suoi adepti la parola del Dio Abissale, la religione praticata dagli Uomini di Ferro. Euron invece in seguito a un periodo di latitanza, fa ritorno alle Isole di Ferro cercando di usurpare dal Trono del Mare suo fratello Balon. In futuro è Yara che diventa Regina delle Isole di Ferro nonché unica donna ad avere una nave propria, battezzata come Vento Nero.

Theon in principio non ama molto la politica della sua Casa e diventa fedele agli Stark anche in virtù di una grande amicizia che lo lega a Robb. In seguito torna a far parte degli Uomini di Ferro ma a quel punto non è più il benvoluto e finisce per diventare prigioniero dello spietato Ramsay Bolton.

Casa Bolton

Casa Bolton risiede al Nord presso la dimora di Forte Terrore. Al comando è presente Lord Roose Bolton anche noto come Lord Sanguisuga in quanto è solito praticare la salassoterapia con l'uso di sanguisughe. La famiglia Bolton risulta infatti molto temuta per l'utilizzo di pratiche poco ortodosse, tra cui la tortura. Lo stesso stendardo della Casa raffigura un uomo scuoiato a testa in giù.

Roose Bolton ha tre matrimoni alle spalle, due dei quali non vengono mostrati ne Il Trono di Spade e riguardano solo i romanzi. Della prima moglie non si conosce il nome ma è deceduta prima di poter dare un erede a Bolton. La seconda moglie è Bethany Ryswell con la quale Roose diventa padre di Domeric. Tuttavia il ragazzo muore giovane a causa di un'infezione. Anche con Walda Frey, la sua terza moglie, Roose non ha fortuna in quanto la donna muore insieme al loro figlio appena nato. 

In passato prima di tutte queste unioni legittime, Roose Bolton aveva stuprato una donna che in seguito si presenta a Forte Terrore in quanto da quella violenza era nato un bambino, Ramsay. Sebbene risulti essere un bastardo, alla fine Ramsay in qualità di unico figlio di Roose viene legittimato da quest'ultimo diventando suo erede.

Casa Tyrell

Casa Tyrell protegge il territorio dell'Altopiano governando dalla dimora di Alto Giardino. A capo della Casa c'è Lord Mace Tyrell, anche se tuttavia le decisioni più importanti sono influenzate da sua madre Oleanna che è molto più ferrata in campo politico.

Mace ha due figli Margaery e Loras. Durante la Guerra dei Cinque Re a cui prende parte anche Renly Baratheon che avanzava pretese sul Trono di Spade, Mace gli offre in sposa la figlia Margaery per suggellare la sua fedeltà. Renly nel frattempo ha anche una relazione con Loras, mentre successivamente morirà a causa di suo fratello Stannis Baratheon. 

Margaery in seguito sposa Jeoffrey Baratheon, ma rimasta in un secondo tempo nuovamente vedova finirà per avere un terzo matrimonio con Tommen, fratello minore di Jeoffrey.

Casa Martell

Casa Martell comanda il Principato di Dorne dalla capitale Lancia del Sole. A capo del regno c'è il Principe Doran, il maggiore dei suoi quattro fratelli Oberyn, Elia, Mors e Olyvar. Quest'ultimi non compaiono ne Il Trono di Spade essendo morti in giovane età in eventi antecedenti a quelli narrati nella serie TV. Lo stesso vale per Elia, prima moglie di Rhaegar Targaryen che viene uccisa durante la guerra La Ribellione di Robert non mostrata nella serie TV.

Ne Il Trono di Spade anche il personaggio di Doran ha vita breve essendo gravemente malato, anche se tuttavia la sua dipartita avverrà invece per omicidio. Al suo posto subentra Oberyn l'unico fratello rimasto in vita, noto come la Vipera Rossa dopo che in un duello viene sospettato di aver avvelenato la lama della sua arma.

Oberyn conduce una vita libertina e vive con la sua concubina Ellaria Sand, dalla quale ha avuto quattro figlie dette le Serpi delle Sabbie. Il Principe di Dorne ha altre quattro figlie avute da donne diverse e portano tutte il cognome Sand, incluse le figlie di Ellaria, essendo illegittime. La stessa Ellaria è una figlia illegittima e il cognome Sand (sabbia) viene dato a tutti i bastardi nati a Dorne.

Casa Mormont

Casa Mormont governa la Baia di Ghiaccio al Nord e dimora sull'Isola dell'Orso. Il Lord della Casa è Jeor Mormont che successivamente cede il trono a suo figlio Jorah, in quanto decide di unirsi ai Guardiani della Notte diventandone in seguito il Lord Comandante.

Jorah in un secondo tempo viene esiliato dal Nord dopo aver venduto degli schiavi e a comando della Casa subentra sua zia Maege, sorella di Jeor. Più avanti è Dacey, figlia maggiore di Maege, a ereditare il trono di Casa Mormont mentre in ultimo sarà la figlia minore Lyanna a diventare la Lady dell'Isola dell'Orso.

Jorah che prima del suo esilio era Cavaliere del Re Robert Baratheon, dopo essere stato allontanato dal Nord si unisce alla battaglia di Daenerys Targaryen giurandole fedeltà eterna.

Casa Frey

Casa Frey del Guado governa le Terre dei Fiumi attraverso le Torri Gemelle, due castelli uniti da un ponte e situati sulle due sponde della Forca Verde del Tridente. Walder Frey è il Lord delle Torri Gemelle e del Guado, Lord Supremo del Tridente e capo di Casa Frey. Walder ha avuto sette mogli (non presenti nella serie TV) con le quali genera diversi figli, oltre ad alcuni bastardi avuti al di fuori dei matrimoni.

Inizialmente i Frey sono vassalli di Casa Tully, a loro volta alleati degli Stark. Durante il complotto noto come Le Nozze Rosse ai danni degli Stark organizzato dai Frey, Walder conquista il titolo di Lord di Delta delle Acque dopo aver detronizzato i Tully. 

Le religioni presenti ne Il Trono di Spade

HBO
Il Trono di Spade - Volti di alcuni dei protagonisti con gli occhi chiusi

Ne Il Trono di Spade esistono diverse religioni presenti sia a Westeros e sia a Essos. Il credo più diffuso e anche il più noto dei Sette Regni è il Culto dei Sette. Seppur in minoranza, lungo il vasto territorio dei due continenti ci sono anche popoli che non riconoscono questa fede e venerano altri Dei. Queste religioni sono praticate soltanto in determinati luoghi e sono soprattutto di tipo monoteista, ma esistono anche altri culti rimasti avvolti nel mistero di cui si conosce molto poco. Di seguito è presente un elenco con le religioni più conosciute nel mondo de Il Trono di Spade.

Antichi Dei della Foresta

Ne Il Trono di Spade gli Antichi Dei della Foresta, comunemente chiamati Antichi Dei, sono venerati principalmente dai Figli della Foresta. Questo culto non presenta icone religiose o testi sacri in quanto le divinità sono rappresentate in natura sotto forma di alberi, terra e pietre. Le uniche figure di rilievo sono i Veggenti Verdi, degli sciamani presenti tra i Figli della Foresta in grado di comunicare con qualsiasi essere vivente e di avere delle visioni sul mondo attraverso gli Alberi-Diga.

Gli Alberi-Diga sono alberi con dei volti incisi sopra dagli stessi Figli della Foresta, il cui significato è rimasto avvolto nel mistero. Tuttavia questi arbusti sono degli elementi fondamentali del culto, in quanto vengono considerati dai Figli della Foresta come la dimora degli Dei. Vicino agli Alberi-Diga vengono svolte preghiere e cerimonie, con la credenza che il vento e il fruscio delle foglie attorno a tali alberi siano una risposta da parte delle divinità. Chi pratica questa religione considera sacrilegio atti come incesto, fratricidio e schiavitù mentre ritiene sacra l'ospitalità.

Nel tempo questa religione è stata quasi del tutto eliminata. Inizialmente con l'arrivo dei Primi Uomini, in guerra contro i Figli della Foresta e autori di distruzione della maggior parte degli Alberi-Diga. In seguito con l'invasione degli Andali, i quali hanno espropriato il culto degli  Antichi Dei come tale, convertendolo in quello dei Sette Dei. 

Il Culto dei Sette

Il Culto dei Sette noto semplicemente come il Culto, ne Il Trono di Spade è la religione principale dei Sette Regni in cui vengono venerati i Nuovi Dei. Si tratta di diverse figure ognuna a rappresentanza di una virtù:

  • Il Padre: con le sembianze di un uomo barbuto che tiene in mano una bilancia, questa divinità rappresenta la giustizia e la capacità di stabilire la durata della vita dei mortali 
  • La Madre: dall'aspetto di una donna sorridente e amorevole, raffigura la maternità, la fertilità ed è portatrice di misericordia
  • Il Guerriero: combattente armato di spada che rappresenta la forza, viene pregato per infondere coraggio prima di una battaglia e auspicare vittoria
  • La Fanciulla: l'essenza dell'innocenza e della purezza, protegge la virtù delle giovani donne fino al loro matrimonio
  • Il Fabbro: protettore dell'artigianato e del lavoro, viene rappresentato insieme a un martello e adorato dai fedeli in cerca di forza per eseguire mansioni di fatica
  • La Vecchia: figura che simboleggia la saggezza e si mostra accompagnata da una lanterna d'oro, viene invocata da chi cerca consigli sulle decisioni da intraprendere
  • Lo Sconosciuto: una divinità pregata soprattutto dagli emarginati in quanto rappresenta la morte e l'ignoto

Nel Culto il numero 7 oltre a rappresentare gli Dei, è considerato sacro in quanto associato a diverse simbologie. Il testo più importante della fede è La Stella a Sette Punte e in ogni rituale e preghiera il numero 7 è sempre ricorrente. La religione del Culto condanna il gioco d'azzardo, l'incesto e il fratricidio.

Il Clero del Culto è composto dai Septon (sacerdoti) che vivono nei templi e dalle Septe (sacerdotesse) alloggiate invece in conventi. I membri di rango superiore noti come i Più Devoti, fanno parte di un Consiglio in cui viene eletta la carica più alta del Sommo Septon. Chi non appartiene ad alcun ordine viene deriso e definito Reietto, tuttavia queste persone offrono un prezioso aiuto alla comunità in cambio di vitto e alloggio.

Del Culto fa parte anche il Credo Militante, un ordine militare devoto a tale religione e suddiviso in due distinti gruppi di combattenti. Da una parte ci sono i Figli del Guerriero, cavalieri fanatici e totalmente seguaci ai Sette Dei che si dimostrano severamente ostili contro gli infedeli. Mentre da un'altra parte ci sono i Poveri Compagni, cittadini comuni impegnati a scortare i pellegrini nei loro viaggi religiosi.

Dio dai Mille Volti

Il Dio dai Mille Volti è venerato nella Città Libera di Braavos presso la Casa del Bianco e del Nero, luogo di culto in cui i due colori distinti simboleggiano il contrasto tra la vita e la morte. I seguaci di questo credo noti come gli Uomini senza Volto, identificano il loro Dio come l'essenza della morte e per questo motivo lo ritengono il punto di unione tra tutte le religioni esistenti.

La morte non è vista in modo nefasto ma è intesa come liberazione delle sofferenze terrene. Seguendo la loro religione gli Uomini senza Volto possono "donare" dietro compenso la morte a chiunque lo desideri (inclusi loro stessi), in modo indolore attraverso del veleno. Ogni persona che sceglie di porre fine alla sua agonia terrena, in cambio cede la sua identità e il suo viso al Dio del Mille Volti, lasciando così le proprie sembianze a disposizione di assassini ancora in vita.

Nel mondo de Il Trono di Spade la religione del Dio del Mille Volti nasce durante il periodo dell'Antica Valyria, in cui gli schiavi venivano sfruttati dai loro padroni fino allo stremo. Per questo motivo molti di loro erano arrivati a invocare la morte vedendola come unica via d'uscita da quella terribile situazione. In tale contesto è apparso il primo Uomo senza Volto attirato dal desiderio di uno dei prigionieri che aveva chiesto la morte per qualcun altro anziché per sé stesso.

Dopo che l'Uomo senza Volto esaudisce la sua richiesta, il prigioniero decide di unirsi a lui e insieme fondano l'Ordine degli Uomini senza Volto. Una sorta di mantra di riconoscimento di questo ordine pronunciata in Alto Valyriano include le frase "valar morghulis" che significa "tutti gli uomini devono morire", a cui segue per risposta "valar dohaeris" ovvero "tutti gli uomini devono servire".

Prodotto Consigliato

Il Trono di Spade - Carillon

Un simpatico oggetto da collezione per tutti gli amanti de Il Trono di Spade che occupa veramente pochissimo spazio e può essere portato ovunque, per sentire le fantastiche melodie della serie TV in qualsiasi momento o luogo in cui ci si tr...

Il Dio Abissale

Ne Il Trono di Spade la religione verso il Dio Abissale praticata unicamente nelle Isole di Ferro è di tipo monoteistico, in quanto prevede la fede verso una sola divinità. Secondo questo culto, gli Uomini di Ferro credono di essere stati creati dal loro Dio per compiere atti di pirateria e razzia. I fedeli attribuiscono alla loro divinità anche le calamità naturali e gli agenti atmosferici legati al mare, perché ritengono che il Dio Abissale sia in eterna lotta con il Dio della Tempesta dimorato nel cielo.

Il Dio Abissale è anche detto Colui che abita sotto le onde, luogo in cui è annegato e in seguito risorto più forte di prima per il bene dei suoi devoti. Nella religione delle Isole di Ferro l'annegamento è una pratica utilizzata per il primo battesimo dei neonati e per un secondo sacramento verso gli adulti che scelgono la via del sacerdozio, i quali vengono chiamati Uomini Annegati. L'acqua di mare è l'elemento sacro usato per la funzione e permette di consacrare un legame ultraterreno con il Dio Abissale, sebbene non tutti riescono a sopravvivere a questa pratica nonostante un tentativo di rianimazione.

La cerimonia per i futuri Uomini Annegati prevede il rituale secondo cui il battezzato deve pronunciare la frase "Ciò che è morto non muoia mai", alla quale segue la risposta del sacerdote adibito al sacramento "Ciò che è morto non muoia mai, ma risorga, più duro e più forte". Anche nella religione del Dio Abissale non sono ammesse azioni come incesto e fratricidio, tuttavia è consentito l'omicidio che tra gli Uomini di Ferro segna anche il passaggio da giovane ad adulto attraverso la prima uccisione. Gli Uomini Annegati inoltre possono giustiziare uomini comuni ma senza spargimenti di sangue, soltanto attraverso l'annegamento o lo strangolamento. Alle donne invece non è consentito intraprendere il percorso del sacerdozio.

R'hllor

Il Dio R'hllor venerato a Essos è rappresentato da un cuore rosso avvolto dalle fiamme e conosciuto con differenti nomi, quali: Signore della Luce, Cuore di fuoco, Dio Rosso, Dio delle Fiamme e delle Ombre. Secondo questo culto R'hllor è in continua lotta con il Dio dell'Oscurità per decidere le sorti del mondo e tale battaglia terminerà soltanto con l'arrivo di Azor Ahai. L'eroe prescelto che giungerà con la spada infuocata Portatrice di Luce (anche detta Spada Rossa degli Eroi) risvegliando i Draghi dal loro sonno di pietra.

Il Clero comprende i Preti Rossi, sia uomini e sia donne, così detti per il colore dei loro abiti. Si tratta di sacerdoti in grado di evocare il fuoco a mani nude e che a ogni tramonto pregano il Dio R'hllor affinché possa far giungere il nuovo giorno. Secondo il loro credo R'hllor comunica con i Preti Rossi attraverso visioni tra le fiamme, che concedono ai sacerdoti abilità particolari come quella di resuscitare i morti. Nel mondo de Il Trono di Spade, i Preti Rossi praticano anche dei rituali con sacrifici umani e sono soliti comprare bambini/e per farli diventare schiavi, prostitute o soldati.

Il Grande Stallone

Il Grande Stallone è la fede monoteista del popolo Dothraki che come si può facilmente intuire dal nome, è rivolta a un Dio con le sembianze da cavallo. Le tribù dei Dothraki note come Khalasar sono guidate da un unico Khal che comanda anche la guerra. Ogni bambino è considerato come una benedizione del Grande Stallone in quanto tra di loro ci sarà il futuro Khal che riunirà tutti i Dothraki in un solo e unico Khalasar, dopo aver cavalcato i confini del mondo in sella al loro Dio.

Nel mondo de Il Trono di Spade si conosce poco di questa religione, tuttavia è noto che omicidio e stupro sono atti consentiti. 

Il Capro Nero

Il culto del Capro Nero è un'altra di quelle religioni di cui si conosce poco e nulla ne Il Trono di Spade. Secondo le poche informazioni al riguardo, si tratta di un credo praticato nella Città Libera di Qohor in cui vengono richiesti  sacrifici giornalieri per accontentare il Dio. Si tratta soprattutto di vittime animali come cavalli, vitelli e tori ma non sono esenti dai sacrifici nemmeno i bambini e i criminali.

Come suggerisce lo stesso nome, questo Dio ha le sembianze di una capra nera seduta su un trono che sostiene un piatto di offerte. La sua immagine è raffigurata nello stendardo dei mercenari di Qohor noti come i Bravi Camerati.

Altre religioni

Ci sono altre religioni menzionate ne Il Trono di Spade ma le cui informazioni sono quasi inesistenti eccetto il nome. In particolare segnaliamo Il Leone della Notte del territorio di Yi Ti, La Donna Piangente della Città Libera di Lys e gli Dei di Valyria.

Prodotto Consigliato

Il Trono di Spade - Guida a Westeros. Libro pop-up

Un libro in formato pop-up ispirato alla serie TV Il Trono di Spade, che riproduce fedelmente tutti i luoghi principali dei Continenti Westeros ed Essos.

Il Trono di Spade: differenze con i romanzi

HBO
Il Trono di Spade - Statue di drago e leone

Come spesso avviene quando si tratta di adattamenti televisivi e cinematografici, anche la serie TV Il Trono di Spade basata sui romanzi di George R. R. Martin presenta delle inevitabili differenze con la storia originale. In alcuni casi si tratta di necessarie esigenze di copione, in quanto non sempre è possibile portare su schermo tutto ciò che avviene su carta.

Mentre a volte dipende semplicemente da scelte narrative mirate a portare novità per diversificare le due opere. Nella serie TV Il Trono di Spade a questo proposito sono stati aggiunti alcuni personaggi non presenti nei romanzi di Martin, mentre altri hanno sostituito su schermo la versione cartacea. Ecco un riepilogo riferito ai personaggi tra i più noti:

  • Ros, interpretata da Esmé Bianco: una prostituta di Grande Inverno che in seguito prende il comando in un bordello di Petyr Baelish (alias Ditocorto) ad Approdo del Re e successivamente diventa una spia di Varys. Dalla seconda stagione de Il Trono di Spade, Ros sostituisce a livello narrativo dei romanzi il personaggio di Chataya e quello di sua figlia Alayaya
  • Olyvar, interpretato da Will Tudor: spia di Ditocorto e gestore presso uno dei suoi bordelli, ha una relazione con Loras Tyrell. A livello di storia nella serie de Il Trono di Spade ricoprirà un ruolo importante per quanto riguarda Loras e sua sorella Margaery Tyrell
  • Talisa Maegyr, interpretata da Oona Chaplin: curatrice e moglie di Robb Stark, ne Il Trono di Spade riveste il ruolo del corrispettivo cartaceo Jeyne Westerling
  • Myranda, interpretata da Charlotte Hope: amante e complice di Ramsay Bolton, di cui è anche innamorata senza essere ricambiata
  • Karl Tanner, interpretato da Burn Gorman: membro dei Guardiani della Notte è responsabile dell'ammutinamento ai danni del Lord Comandante Jeor Mormont, ruolo ricoperto nei libri da Dirk
  • Olly, interpretato da Brenock O'Connor: unico superstite del suo villaggio dopo un attacco dei Bruti, si unisce ai Guardiani della Notte diventando l'attendente di Jon Snow. Dopo il rapporto amichevole che Jon instaura con i Bruti, Olly diventa un nemico. Nei romanzi di Martin questo ruolo è ricoperto dal personaggio di Satin
  • Lyanna Mormont, interpretata da Bella Ramsey: personaggio che nei romanzi non compare eccetto per una menzione, mentre nella serie TV de Il Trono di Spade ha un certo rilievo

Un altro cambiamento relativo a Il Trono di Spade è dato dalle caratteristiche fisiche di alcuni personaggi o di una parte della loro storia che nella serie TV è stata modificata rispetto a quanto avviene nei romanzi di George R. R. Martin:

  • I membri della famiglia Targaryen in virtù delle loro origini Valyriane nei libri hanno gli occhi viola, dettaglio che nella serie TV non è stato replicato per non interferire con le naturali espressioni visive degli attori
  • Nei romanzi Jon Snow ha le abilità da metamorfo e sia lui e sia Arya Stark sono in grado di controllare mentalmente gli animali come fa Bran, ma nella serie TV questi passaggi non vengono approfonditi
  • Gli Estranei nei libri hanno una normale carnagione bianca e indossano un'armatura luccicante, mentre nella serie TV sono rappresentati quasi come degli scheletri con la pelle grigia e congelata
  • Rispetto a quanto avviene nella serie TV, nei libri di Martin Khal Drogo secondo la tradizione Dothraki aggiunge delle campanelle alla sua treccia di capelli per ogni battaglia vinta, mentre in caso di sconfitta deve tagliare l'intera treccia. Inoltre durante la prima notte di nozze con Daenerys, Khal Drogo la corteggia e le chiede il permesso per avere un rapporto sessuale, a differenza della serie televisiva in cui abusa di lei con la forza
  • Jorah Mormont nei romanzi è calvo e ricoperto da una folta peluria tanto da essere per questo soprannominato "orso nero", tutto l'opposto della serie TV dove il personaggio è interpretato dal biondo Iain Glen
  • Nella serie TV Davos Seaworth ha come figlio soltanto Matthos che perde la vita durante la Battaglia delle Acque Nere. Nei libri invece Davos ha in tutto sette figli dove quattro perdono la vita nella medesima battaglia
  • Nei romanzi non è Sansa Stark che viene costretta a sposare Ramsay Bolton ma la sua migliore amica Jeyne Poole, obbligata dai Lannister e spacciata come Arya Stark. Tutta la relativa parte di storia che riguarda Sansa nella serie TV nei libri corrisponde alla storia di Jeyne. Nei libri inoltre Petyr Baelish non è ossessionato da Sansa rispetto a quanto si vede ne Il Trono di Spade
  • Quando nei romanzi Daenerys incontra e libera dalla schiavitù Missandei, quest'ultima ha solo dieci anni. Di conseguenza non accade come si vede nella serie TV che Missandei e Verme Grigio si innamorano
  • Nei romanzi Yara Greyjoy in realtà si chiama Asha, ma nella serie TV il suo nome è stato modificato per non confonderla con un altro personaggio, la Bruta Osha
  • Nei libri Robb Stark riconosce Jon Snow come figlio legittimo di Ned Stark in qualità di futuro erede al pari degli altri, a differenza della serie TV dove la madre di Robb, Caitlyn Tully, è totalmente contraria a tale decisione
  • Nella serie TV non viene spiegato in modo dettagliato il rapporto morboso tra Lysa Arryn e il figlio Robin. Nei romanzi Lysa aspetta un figlio da Petyr Baelish ma la sua famiglia le impedisce di sposarlo e la obbliga ad abortire. In seguito viene data in moglie all'anziano Jon Arryn e dopo sette gravidanze non andate a buon fine, riesce a dare alla luce Robin che diventa per questo una sorta di miracolo da preservare a tutti i costi

Tutti gli spin-off de Il Trono di Spade

HBO
House of the Dragon - Rhaenyra ferma in piedi

Nonostante la conclusione della serie TV Il Trono di Spade, il mondo fantasy creato da George R. R. Martin ha ancora tanto da raccontare e da esplorare. Per questo motivo sono in cantiere nuovi contenuti ispirati ai romanzi di Martin, sebbene alcuni di questi titoli siano stati cancellati sul nascere. Tuttavia c'è ancora molto materiale da elaborare e portare avanti, con l'intenzione di ricreare altri successi globali al pari di House of the Dragon, il primo e unico spin-off attualmente distribuito.

Attenzione: Di seguito potete consultare l'elenco di tutti i progetti inerenti alla saga letteraria di George R. R. Martin, che vengono aggiornati di volta in volta appena ci sono nuovi sviluppi in merito.

Spin-off cancellati

I seguenti progetti non hanno mai visto la luce in quanto durante la loro fase embrionale non sono stati ufficialmente commissionati da HBO oppure alla fine non sono stati approvati dalla stessa emittente. Tuttavia mai dire mai in quanto lo stesso George R. R. Martin ha sempre tenuto a precisare che i contenuti accantonati un domani potrebbero prendere vita in altri modi.

  • Bloodmoon: nato inizialmente con il nome The Long Night, era un prequel ambientato circa diecimila anni prima degli eventi narrati ne Il Trono di Spade. Nonostante fosse stato realizzato un episodio pilota con un notevole impiego di risorse e costi, oltre al coinvolgimento di vari attori tra cui Naomi Watts, inspiegabilmente HBO decide di fermare la produzione di Bloodmoon
  • Empire of Ash: un altro prequel incentrato sul Disastro di Valyria avvenuto prima dellla conquista dei Sette Regni e per questo ambientato al di fuori di Westeros
  • The Targaryen Conquest: uno spin-off dedicato alla Casa Targaryen
  • The Dance of the Dragons: spin-off/prequel basato sulla guerra al Trono all'interno della famiglia Targaryen
  • Flea Bottom: spin-off focalizzato su Approdo del Re per mostrare la sopravvivenza tra le vie più cupe e malfamate del luogo
  • The Sea Snake: ideato come un titolo live-action, questo progetto è stato in seguito riadattato in una serie animata dal titolo Nine Voyages [vedesi sezione apposita in basso]

Spin-off in fase di sviluppo

Mentre alcuni progetti legati al mondo di George R.R. Martin alla fine sono stati scartati, in compenso altre serie si trovano in fase di sviluppo.

  • A Knight of The Seven Kingdoms: The Hedge Knight: ambientato un secolo prima degli eventi de Il Trono di spade, The Hedge Knight è uno spin-off basato sulle omonime novelle di George R.R. Martin attualmente in produzione e con un'uscita prevista nel 2025. La storia narra le avventure del cavaliere Ser Duncan e del suo scudiero Egg, il quale diventerà il futuro Re Aegon V Targaryen
  • Ten Thousand Ships: una serie ambientata circa cento anni prima degli eventi raccontati ne Il Trono di Spade focalizzata sulla figura di Nymeria. Regina e principessa dei Rhoynar che salva il suo popolo conducendolo a Dorne, dopo che la loro terra viene conquistata dalla città di Valyria. Le prime bozze del progetto sono curate da Amanda Segel
  • Sequel su Jon Snow: a differenza di tutti i precedenti spin-off ambientati nel passato, questa serie è invece un sequel che prosegue la storia del personaggio di Jon Snow alcuni anni dopo la fine della serie TV Il Trono di Spade
  • Aegon's Conquest: spin-off/prequel di House of the Dragon incentrato sulla figura di Aegon I Targaryen il Conquistatore e la sua battaglia per unificare i Sette Regni di Westeros. La sceneggiatura è affidata a Mattson Tomlin

Serie animate

Tra i nuovi contenuti di futura uscita legati al mondo de Il Trono di Spade, sono previste anche delle serie televisive animate. George R.R. Martin nel suo blog online dove aggiorna regolarmente sugli sviluppi di tutti i progetti, il 31 dicembre 2023 ha rivelato che al momento sono in cantiere tre serie animate.

  • The Golden Empire: una prima serie animata ambientata nella regione di  Yi Ti a Essos è stata confermata da George R.R. Martin nel 2022. Per il momento non sono stati resi noti altri dettagli
  • Nine Voyages: nato inizialmente come uno spin-off live-action, in seguito Nine Voyages viene convertito in una serie animata. La storia è incentrata sui viaggi via mare di Corlys Velaryon, il Signore delle Maree anche noto come Il Serpente di Mare (The Sea Snake). Personaggio dei romanzi di Martin che appare per la prima volta su schermo nello spin-off House of the Dragon. Il titolo di questo progetto in versione live-action era stato modificato in The Sea Snake, mentre la versione animata riprende il titolo iniziale Nine Voyages

Spin-off pubbblicati

In mezzo a progetti annullati e altri progetti in cantiere nel 2022 ha preso vita House of the Dragon, il primo spin-off della serie TV Il Trono di Spade ambientato circa duecento anni prima degli eventi narrati in tale serie televisiva.

House of the Dragon racconta le vicende della dinastia Targaryen, nel periodo in cui scatta una guerra civile all'interno della stessa famiglia per stabilire il legittimo erede al Trono di Spade. Dopo il debutto della prima stagione composta da dieci episodi, la storia di House of the Dragon prosegue con la stagione 2 in esclusiva su Sky e in streaming su NOW dal 17 giugno 2024 in contemporanea con la messa in onda statunitense di HBO.

Dove vedere Il Trono di Spade in streaming

La serie TV Il Trono di Spade in Italia è stata trasmessa su Sky e NOW in contemporanea con la messa in onda americana. Chi vuole recuperare la serie TV o fare un bel rewatch a distanza di tempo può farlo come illustrato di seguito. Le soluzioni proposte nel tempo potrebbero subire eventuali variazioni (prezzo, listino, disponibilità) e seppur attendibili vanno sempre valutate al momento.

Tutte le stagioni complete de Il Trono di Spade sono visibili nei seguenti modi:

  • Sulla piattaforma streaming NOW che offre un abbonamento mensile annullabile in qualsiasi momento. A tale proposito vi rimandiamo al nostro articolo con tutti i dettagli relativi a modalità e costi NOW: come abbonarsi? | Guida
  • Sulla piattaforma streaming gratuita CHILI che non necessita di abbonamento ma consente di acquistare o noleggiare le stagioni della serie TV
  • Acquistando il cofanetto DVD o il Blu-ray della serie TV completa, effettuando una prima e unica spesa per usufruire di una visione a tempo illimitato, magari approfittando delle continue offerte su Amazon

Il servizio streaming NOW è anche accessibile su diversi dispositivi fissi e mobili tra cui anche console di gioco e Smart TV, come potete leggere nella nostra guida NOW: come funziona e come vedere tutti i contenuti.

Immagini di copertina e di questo articolo tratte dalla serie TV Il Trono di Spade. Crediti: Television 360, Grok! Television, Generator Entertainment, Startling Television, Bighead Littlehead

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti al nostro canale Telegram e rimani aggiornato!

Sto cercando articoli simili...