X-Men '97 Epsiodio 9: il significato dello scontro tra Xavier e Magneto

Autore: Manuel Enrico ,

La tolleranza è extinzione, il gran finale della prima stagione di X-Men ’97, promette di essere uno dei momenti più attesi dai fan dei Figli dell’Atomo: il confronto finale tra Xavier e Magneto. Come nei fumetti di Marvel Comics, anche nella serie animata di Disney Plus, erede di Gli Insuperabili X-Men (X-Men: The Animated Series), i due hanno un lungo trascorso fatto di alleanze, contrasti e riavvicinamenti, ma quanto messo in scena dal nono e penultimo episodio di X-Men ’97 promette di essere uno scontro decisivo.

Abbonati adesso a Disney+ a partire da 5,99€

X-Men '97 ha già visto gli X-Men affrontare molti villain variati adattati dalle pagine dei fumetti Marvel: da Henry Gyrich alle Sentinelle, da X-Cutioner a Sinistro.  Tuttavia, è stato rivelato che Bastion stava manipolando gli eventi dietro le quinte durante tutta la prima stagione di X-Men '97, ponendolo come principale antagonista dell’atteso finale. Quanto visto in La tolleranza è extinzione – Pt. 1 ha messo in chiaro come la vera battaglia potrebbe essere in primis proprio quella tra Xavier e Magneto.

Il ritorno di Xavier e l'abbandono di Magneto

L'episodio 8 di X-Men '97 ha segnato il ritorno del Professor X sulla Terra dopo il suo periodo tra gli Shi'ar, proprio mentre Magneto attacca in modo spietato l’umanità, dopo gli eventi di Genosha.

Advertisement

Magneto aveva assunto la guida degli X-Men ad inizio stagione, secondo il testamento di Charles Xavier, e Signore del Magnetismo ha fatto un ottimo lavoro, mettendo da parte le sue convinzioni filosofiche. Tuttavia, dopo la Caduta di Genosha e l’attacco di Bastion ai mutanti del mondo con le sue Sentinelle Prime, sembra che Magneto abbia abbandonato ogni sogno di coesistenze, emettendo un impulso elettromagnetico globale che ha eliminato i soldati di Bastion.

Magnus ha ufficialmente avviato la sua personale guerra contro l'umanità, portando a un’inevitabile battaglia con gli X-Men, nuovamente guidati da Xavier. Il dubbio iniziale era su come si sarebbero schierati i mutanti, considerata la prolungata assenza del Professor X e i tragici eventi vissuti al fianco di Magneto.

Advertisement

Convivenza con gli umani o conquista?

Due diversi approcci alla convivenza con gli umani, che ora, dopo anni di confronto, sembrano essere destinati a una definitiva resa dei conti. Il sogno di coesistenza pacifica di Xavier, infatti, è stato vissuto per un breve periodo anche da Magneto, ma il vedere questo intento pacifico ucciso a Genosha ha convinto Erik che l’unico modo possibile per sopravvivere sia dominare sull’homo sapiens.

Marvel Animation
Immagine id 9484

Professor X e Magneto sono due dei mutanti più potenti del mondo, con le abilità telepatiche di Xavier che superano praticamente quelle di chiunque altro e la padronanza del magnetismo di Erik Leishner, che possono causare un significativo danno.

Advertisement

Sulla carta, Magneto è più letale di Xavier, specialmente indossando il suo iconico elmo, che impedisce al Professor X di entrargli nella mente, oltre a essere un combattente più brutale e aggressivo, disposto a compiere gesti estremi per far avanzare la sua causa. In La Tolleranza è extizione – Pt. 2 assistiamo a questo scontro, con Magneto che sembra in realtà soccombere al potere telepatico di Xavier, sino a che Ciclope non interviene in favore di Erik, solo per garantire un vantaggio tattico all’altra squadra mutante intenta a fermare Bastion.

Pur arrivando a un’apparente soluzione di questo conflitto, con Xavier in difficoltà dopo che Magneto lo ‘imprigiona’ nel suo stesso elmo, sembra difficile credere che il telepate non abbia altre mosse a disposizione.

Advertisement

D’altro canto, per quanto portatore di un messaggio di pacifica coesistenza, Xavier non può sottrarsi in eterno a un ineluttabile confronto. Anche nei comics, specialmente in tempi recenti, il Professor X ha dovuto accettare che la sua visione fosse un’utopia irrealizzabile, se non accettando compromessi morali particolarmente gravosi.

Quando La tolleranza è extinzione – pt.2 mostra il Professor X pronto a invadere la mente di Magneto, anche contro la sua volontà, evidenziando come il serafico Xavier sia pronto a compiere questo passo invasivo, solitamente bandito dal suo modus operandi e sempre stigmatizzato nelle sue lezioni ai giovani telepati.

La scelta dei mutanti

Questo scontro tra Xavier e Magneto non è solamente una lotta di poteri mutanti, ma un confronto ideologico che evidenzia la complessità del mondo mutante. Per quanto si tenda a vedere nella filosofia di Xavier una mentalità conciliante e moderata, non si può negare che i soprusi subiti dalla comunità mutante portino a sviluppare una certa comprensione nelle azioni di Magneto.

Marvel Animation
Immagine id 9483

Nel nono episodio di X-Men ’97 questo passaggio viene rappresentato dalla scelta di Rogue e Sunspot di affiancare il Signore del Magnetismo, stanchi delle perdite e delle angherie subite. Sotto questo aspetto, la serie di Disney Plus sposa in pieno i temi alla base di Attrazioni Fatali, arco narrativo cult degli anni ’90 dove Lobdell, supportato dai disegni di Niceza, metteva a nudo questa contraddizione in seno alla comunità mutante.

Advertisement

In previsione del finale della prima stagione di X-Men ’97, questo dilemma etico è stato quindi inserito all’interno dell’arco narrativo finale in modo da spingere gli spettatori ad interrogarsi sulle diverse scelte fatte dai personaggi, seguendo una tradizione che nei comics della Casa delle Idee è da sempre al centro del vissuto degli X-Men.

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti al nostro canale Telegram e rimani aggiornato!

Sto cercando articoli simili...