È morto Alfredo Castelli, il creatore di Martin Mystère

Autore: Domenico Bottalico ,
Libri e fumetti
2' 4''
Fonte
Copertina di È morto Alfredo Castelli, il creatore di Martin Mystère

È arrivata pochi minuti fa la triste notizia che Alfredo Castelli, creatore di Martin Mystère, si è spento a 76 anni. Era nato a Milano il 26 giugno del 1947 e aveva iniziato la sua carriera del 1965 con Scheletrino, personaggio in appendice a Diabolik.

Alfredo Castelli: un gigante della cultura pop

Alfredo Castelli è stato un gigante della cultura pop italiana, non solo nel campo del fumetto come ha dimostrato la sua ecletticità. Ha scritto serie umoristiche e d'avventura in egual misura, è stato sceneggiatore, saggista, storico divenendo un punto di riferimento per autori e lettori.

Advertisement

Attivissimo sin dalla seconda metà degli anni 60, è un vulcano che sforna storie e personaggi per diverse case editrici: Universo (Pedrito el Drito, Rocky Rider, Piccola Eva), Mondadori (Topolino), Alpe (Tiramolla). Nel 1968 fonda la rivista satirica Tilt e il mensili Horror dove esordisce Zio Boris. Diventa redattore, oltre che autore, su varie riviste fra cui Corriere dei Ragazzi per il quale crea L'Ombra, Gli Aristocratici, l'Omino Bufo e Otto Kruntz, Il Giornalino, Supergulp!, Eureka e Magic Boy.

Dopo aver dato vita alle avventure a fumetti di Allan Quatermain approda alla Serie Bonelli Editore nel 1971 lavorando su Zagor e Mister No. Nel 1982, affascinato dal fumetto francese e prendendo come base il suo Quatermain, Castelli lancia con matite di Giancarlo Alessandrini, Martin Mystère. Il nuovo eroe Bonelli è un colto professore newyorkese soprannominato "il detective dell’impossibile" perché gira per il mondo cercando di svelare misteri legati a civilità perdute, presenze aliene e più in generale a "bizzarrie" scientifiche e non.

Colta, metanarrativa, ora didattica ora più ironica Martin Mystère diventa un caposaldo del fumetto italiano aprendo la strada per una nuova serialità che porterà nelle edicole italiane personaggi come Dylan Dog e Nathan Never. Dalla serie nascerà anche lo spin-off Zona X, antologia di fantascienza, fantasy e mistero.

La carriera di Alfredo Castelli è stata ripercorsa in un mostra allestita a Lucca Comics & Games 2022. Fra i primi vinti dall'autore da segnalare due Yellow Kid, a Lucca nel 1970 e al Romics nel 1996. Nel 2015 è stato anche insignito del titolo di Maestro del Fumetto.

Advertisement

Perennemente di buon umore, dispensatore di consigli e aneddoti la morta di Alfredo Castelli lascia un vuoto a dir poco incolmabile nella cultura pop italiana. Tutta la redazione di CPOP si stringe al cordoglio della famiglia e lo celebrerà rileggendo le sue indimenticabili storie. 

Immagine di copertina Lucca Comics & Games

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti al nostro canale Telegram e rimani aggiornato!

Sto cercando articoli simili...