5 film assolutamente imperdibili a San Valentino su Netflix

Autore: Nicholas Massa ,
Copertina di 5 film assolutamente imperdibili a San Valentino su Netflix

San Valentino, ovviamente, è sinonimo di amore, sentimenti, ma anche di dolore e determinazione. Uno dei più grandi fautori e generatori di modelli in questo senso è stato proprio il cinema che, con le commedie e i drammi romantici, ha contribuito ad alimentare tantissimi cliché e punti di riferimento presenti in precedenza nella dimensione teatrale, letteraria e poetica. Se la vostra intenzione, nel giorno più romantico e rosso dell’anno, è quella di vedere una pellicola che si abbini alla perfezione con il vostro stato d’animo, ci pensa Netflix, offrendovi un ampia scelta in questo senso. Odi et amo (amore e odio), romanticismo sfrenato, sentimenti spassionati, e l’interesse sentimentale sopra ogni altra cosa, sono i protagonisti di alcune pellicole a dir poco imperdibili in questo senso. Nell’indecisione generale e nell’ampia scelta a disposizione abbiamo deciso di venirvi in contro, consigliandovi quelli che per noi sono i 5 film assolutamente imperdibili a San Valentino su Netflix.

Ovviamente non si tratta di una classifica, ma piuttosto di una lista, di una raccolta composta dalle pellicole  più interessanti reperibili al momento nel catalogo della grande N, tutte attentamente selezionate e perfettamente allineate coi sentimenti che solitamente plasmano e prendono il sopravvento durante il giorno di San Valentino.

Advertisement

Le migliori novità di Netflix di Febbraio 2024: Serie TV, film e documentari da non perdere!

I 5 film imperdibili e da vedere assolutamente a San Valentino su Netflix

Crazy stupid love

Abbiamo deciso di aprire la nostra lista dei 5 film assolutamente imperdibili a San Valentino su Netflix con Crazy stupid love. Diretta da Glenn Ficarra e John Requa, con la sceneggiatura di Dan Fogelman, si tratta di una commedia romantica arrivata nei cinema nel 2011.

Advertisement

Al centro della narrazione troviamo il personaggio di Cal Weaver (interpretato da Steve Carell), un uomo di mezza messo davanti al divorzio da sua moglie Emily (Julianne Moore). Disorientato e confuso dalla situazione, Cal cerca di ricostruire la propria vita sociale, quando incontra Jacob Palmer (Ryan Gosling), un affascinante dongiovanni, che decide di aiutarlo a riscoprire il suo stile di vita e a conquistare le donne. Nel frattempo, la figlia di Cal, Hannah (Emma Stone), inizia una relazione con Jacob, mentre il figlio, Robbie (Jonah Bobo), si innamora della babysitter Jessica (Analeigh Tipton). Nel corso del film, i personaggi si intrecciano in modi imprevedibili, portando a un climax emotivo e a una riflessione sulla natura dell'amore e delle relazioni.

Crazy stupid love ha riscosso un notevole successo al botteghino, incassando oltre 140 milioni di dollari in tutto il mondo, a fronte di un budget di produzione di circa 50 milioni di dollari. La sua popolarità è stata in parte attribuita alla fusione fra umorismo intelligente, un racconto per immagini ben costruito e strutturato e alle performance, anche iconiche, di un cast che ha saputo cucirsi addosso i propri personaggi alla perfezione, lavorando sui punti di forza e le debolezze. Pur servendosi di alcuni modelli molto classici nell’ambito della commedia romantica, la pellicola ha comunque saputo rinfrescarne le attitudini, plasmando gli stereotipi in elementi interessanti e inediti. 

Immagine di Crazy, Stupid, Love.

Crazy, Stupid, Love. (2011)

29/07/2011 (en)
Commedia, Dramma, Romance,

Cal Weaver e signora sono sposati da venticinque anni, hanno due figli e pochi problemi. Almeno fino a quando lei non lo informa di averlo tradito con un colleg...

Immagine di Crazy, Stupid, Love.

Amici di letto 

Continuiamo la lista dei 5 film assolutamente imperdibili a San Valentino su Netflix con Amici di letto (Friends with Benefits, in originale), pure in questo una commedia romantica uscita nel 2011. Diretta da Will Gluck e scritta da Keith MerrymanDavid A. Newman e dallo stesso regista, la pellicola ruota attorno a due amici, interpretati da Justin Timberlake e Mila Kunis, che decidono di intraprendere una relazione specificamente fisica senza coinvolgere sentimenti romantici. La storia inizia con Dylan (Timberlake) e Jamie (Kunis) che scelgono di stabilire fra loro un rapporto puramente basato sul sesso senza complicazioni emotive. Tuttavia, nel corso del film, emergono i classici intrecci sentimentali e le dinamiche romantiche, portando i due personaggi a confrontarsi con i loro veri sentimenti e con quello che hanno costruito di evento in evento. 

A fare da collante all’intera narrazione troviamo la particolare chimica fra Timberlake e Kunis, così come l’umorismo e l’incrocio sentimentale alla base di un’esperienza cinematografica che gioca con la dimensione sentimentale e sensuale, proponendo una comicità romantica sempre leggera e capace di far riflettere sui rapporti umani in questo senso. La risposta commerciale, inoltre, non è stata niente male, con di 150 milioni di dollari in tutto il mondo di incassi. 

Pretty Woman

In termini di capolavoro iconico e iconografico nell’ambito del romanticismo cinematografico, non possiamo lasciarci sfuggire l’occasione di consigliarvi Pretty Woman, attualmente nel catalogo Netflix. Arrivato nei cinema durante il 1990, diretto da Garry Marshall e scritto da J.F. Lawton, Pretty Woman segue la storia di Vivian Ward, interpretata da Julia Roberts, una giovane prostituta che lavora a Hollywood Boulevard. La sua vita prende una svolta inaspettata quando incontra Edward Lewis, interpretato da Richard Gere, un ricco uomo d’affari che la assume per accompagnarlo a eventi sociali come sua accompagnatrice e, nel corso del tempo, i due sviluppano una connessione emotiva.

Advertisement
Advertisement

Il film esplora temi di classe sociale, cambiamento personale e l'idea che l'amore possa superare le differenze. La trama si sviluppa attraverso momenti comici, romantici e drammatici, mentre Vivian e Edward cercano di navigare tra i loro mondi contrastanti e palesemente lontanissimi. Contrariamente a ogni aspettativa ha avuto un enorme successo al botteghino dell’epoca, diventando uno dei film più redditizi del 1990, soprattutto grazie all’innegabile chimica tra Julia Roberts e Richard Gere strettamente connessa col fascino ironico della pellicola. Con un budget stimato di circa 14 milioni di dollari, Pretty Woman ne ha incassati complessivamente 463 milioni, lanciando la carriera della stessa Julia Roberts in tutto il mondo.

Immagine di Pretty Woman

Pretty Woman (1990)

23/03/1990 (en)
Commedia, Romance,

Edward Lewis, affarista senza scrupoli e di grande successo, specialista nell'acquistare grosse società in dissesto che poi rivende dopo averle smembrate, in tr...

Immagine di Pretty Woman

Ehrengard - L'arte della seduzione

Proseguiamo nella nostra lista dei 5 film assolutamente imperdibili a San Valentino su Netflix con Ehrengard - L'arte della seduzione, diretto da Bille August e distribuito sulla piattaforma di streaming a partire dal 14 settembre 2023. Differentemente dagli altri suggerimenti in questo caso abbiamo deciso di osare un tantino di più, proponendovi un lungometraggio non troppo celebre o iconico, ma comunque piacevole da guardare, specialmente durante il giorno dell’amore.

Advertisement

Ambientato nell’immaginario regno di Babenhausen, la pellicola racconta le gesta sentimentali del piacente Cazotte (interpretato da Mikkel Boe Følsgaard), un professionista dell’amore e della seduzione dell’altro sesso. La sua vita cambia totalmente quando la Granduchessa, conoscendo le sue doti, lo incarica di spronare il figlio verso l’amore e la nascita di un erede legittimo. L’intento didattico del protagonista, però, porterà a una svolta inaspettata, inasprita dal suo interesse sentimentale nei confronti di una dama d’onore che rifugge ogni lettura in questo senso. 

Pur non avendo ricevuto troppa attenzione da pubblico e critica specializzata, stiamo comunque parlando di un lungometraggio che mescola insieme elementi dalla dimensione sentimentale, romantica e sensuale, lavorando in un contesto narrativo leggero incorniciato da un’eleganza di fondo anche affascinante. Un alternativa ai film più celebri e iconici quindi, o anche un semplice divertissement perfetto per il giorno di San Valentino.

Orgoglio e pregiudizio 

Concludiamo la lista dei 5 film assolutamente imperdibili a San Valentino su Netflix con Orgoglio e pregiudizio. Uscito al cinema nel 2005, diretto da Joe Wright e basato sul romanzo omonimo di Jane Austen pubblicato nel 1813, racconta la storia di uno degli amori più conosciuti nella storia della letteratura inglese e mondiale. La trama si svolge nella società britannica del XIX secolo e segue la vita della famiglia Bennet, in particolare della seconda figlia, Elizabeth, interpretata da Keira Knightley.

La storia inizia con l'arrivo del ricco e affascinante Mr. Bingley (interpretato da Simon Woods) nel vicinato. La signora Bennet, desiderosa di trovare mariti per le sue cinque figlie, è entusiasta della possibilità che Mr. Bingley si innamori di Jane (interpretata da Rosamund Pike). Tuttavia, la presenza di Mr. Darcy (interpretato da Matthew Macfadyen), il migliore amico di Bingley, crea tensioni a causa del suo atteggiamento riservato e del suo supposto disprezzo per gli altri.

Elizabeth, una donna indipendente e intelligente, sviluppa alcuni pregiudizi nei confronti di Darcy a causa di certe azioni che sembrano dimostrare il suo snobismo e mancanza di rispetto verso il prossimo. La trama, quindi, si sviluppa attraverso una serie di eventi che coinvolgono intrighi sentimentali, malintesi e crescita personale. Elizabeth e Darcy, nonostante le incomprensioni iniziali, si avvicinano progressivamente e riconoscono i propri sentimenti reciproci, entrando in contatto attraverso un linguaggio che si spoglia dei limiti personali e dell’epoca. 

Ad influire sul successo cinematografico del film ha sicuramente contribuito la sua fedeltà allo spirito del romanzo di Austen, nonostante alcune modifiche nella struttura filmica. Keira Knightley, su tutti, ha sicuramente brillato nella parte, proiettando su una specifica generazione l’immaginario romantico di una scrittrice studiata e approfondita continuamente nelle scuole. In questo senso, pubblico e critica ha apprezzato pure la particolare chimica con Matthew Macfadyenm, insieme alla colonna sonora curata da Dario Marianelli. 

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti al nostro canale Telegram e rimani aggiornato!

Sto cercando articoli simili...