Il cavaliere oscuro - Il ritorno: il surreale incontro tra Christian Bale e Donald Trump

Autore: Giovanni Arestia ,

Durante le riprese di Il cavaliere oscuro - Il ritorno, capitolo conclusivo dell'apprezzatissima trilogia di Christopher Nolan sul personaggio DC Comics Batman, il cast e la troupe hanno visitato diverse location, e grazie a una di queste, Christian Bale, l'attore protagonista del film, ha incontrato Donald Trump, vivendo un'esperienza alquanto surreale.

Il personaggio di Batman, nel corso degli anni, ha avuto numerose trasposizioni cinematografiche con diversi alti e bassi, ma la trilogia di Christopher Nolan è ampiamente considerata la migliore trasposizione cinematografica del Cavaliere Oscuro finora realizzata. Ha avuto inizio nel 2005 con Batman Begins, introducendo Christian Bale nel ruolo di Bruce Wayne, poi è proseguita nel 2008 con Il cavaliere oscuro, considerato come uno dei migliori film di supereroi di sempre grazie anche alla magistrale interpretazione di Heath Ledger nei panni di Joker. La conclusione è arrivata nel 2012 proprio con Il cavaliere oscuro - Il ritorno.

Le riprese di Il cavaliere oscuro - Il ritorno iniziarono nel maggio 2011, e per le scene ambientate nella sede della Wayne Enterprises, il team di produzione si spostò in una nuova location. In Batman Begins, infatti, venne usato il Chicago Board of Trade Building, mentre per Il cavaliere oscuro si optò per il Richard J. Daley Center. Per il terzo film fu scelta la Trump Tower di New York ed è così che Christian Bale finì per incontrare Donald Trump.

Advertisement

Il celebre incontro tra Batman e Bane che tutti abbiano osservato su schermo, tuttavia, non è stata l'esperienza più strana vissuta Bale. Immaginatelo completamente immerso nel personaggio di Bruce Wayne mentre si aggira per un lussuoso edificio durante una pausa dalle riprese. All'improvviso appare Donald Trump con l'inconfondibile aria di chi sa di possedere ogni centimetro dell'edificio in cui sono e sempre pronto a fare il protagonista.

Bale ha rivelato a Variety che Trump pensava davvero che lui fosse il ricco filantropo Bruce Wayne. L'attore, divertito e sicuramente un po' sorpreso, decise di appoggiare il gioco, lasciando che Trump credesse di parlare con il vero Bruce Wayne. Questa surreale interazione ha aggiunto un tocco di ironia e umorismo alle intense riprese del film. Chissà se Trump si è mai reso conto dell'equivoco o se ha continuato a credere di aver avuto una conversazione con uno dei personaggi più iconici della cultura pop.

In realtà le riprese avvenute all'interno della Trump Tower non sono state tantissime. Si sa, infatti, con certezza che la scena in cui Bruce viene espulso da una riunione e lascia l'edificio è stata girata alla Trump Tower e in quel caso si possono osservare indistintamente lobby e l'ingresso. Nonostante il cast e la troupe non abbiano trascorso molto tempo alla Trump Tower, questo è stato sufficiente per dare a Christian Bale una storia bizzarra da raccontare.

Advertisement

Questo aneddoto non solo mostra il fascino del mondo del cinema, dove la finzione e la realtà possono intrecciarsi in modi inaspettati, ma aggiunge anche una storia divertente alla già ricca sequela di curiosità inerenti alle riprese della trilogia del Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan.

Immagine in evidenza che mostra una scena di Il cavaliere oscuro - Il ritorno via Warner Bros. a cui abbiamo aggiunto una foto di Donald Trump via Flickr

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti al nostro canale Telegram e rimani aggiornato!

Sto cercando articoli simili...