House of the Dragon: le profezie e i sogni dei Targaryen

Autore: Francesca Musolino ,

Nel mondo fantasy dei romanzi creati da George R. R. Martin, alcuni membri della dinastia Targaryen sono in grado di avere delle premonizioni attraverso i sogni. Un'abilità che viene mostrata anche in House of the Dragon, spin-off/prequel della serie TV Il Trono di Spade, quando Re Viserys rivela alla figlia Rhaenyra un'antica profezia prima di proclamarla erede al Trono.

Una profezia giunta in sogno al Conquistatore dei Sette Regni, Re Aegon I Targaryen, tramandata a partire da quest'ultimo fino alle successive generazioni della loro dinastia. Lo stesso Viserys si sente per questo in dovere di continuare la tradizione del suo antenato, mettendo in guardia Rhaenyra su quanto la attende in futuro. Il Re prevede infatti tempi duri per la Principessa, se questa non sarà in grado di adempiere al suo ruolo di sovrana quando arriverà il momento. 

Advertisement

Le paure di Viserys si riveleranno essere fondate, come viene mostrato nel corso della prima stagione di House of the Dragon. Serie TV trasmessa in esclusiva su Sky e in streaming su NOW e dove dal 17 giugno 2024 sarà disponibile anche la stagione 2 di House of the Dragon in contemporanea con la messa in onda statunitense di HBO. Nel frattempo se volete saperne di più sui sogni e sulle profezie dei Targaryen, non vi resta che proseguire con la lettura di questo articolo.

Abbonati a NOW Premium

Immagine di House of the Dragon

House of the Dragon (2022)

21/08/2022 (en)
Sci-Fi & Fantasy, Dramma, Action & Adventure,

La serie prequel vede la dinastia Targaryen all'apice assoluto del suo potere, con più di 15 draghi sotto il loro giogo. La maggior parte degli imperi, che sian...

Immagine di House of the Dragon

Advertisement

La profezia di Daenys I Targaryen

Il tipo di premonizioni che hanno i Targaryen viene soprannominato "Sogni di Drago", mentre la persona che ha queste visioni è detta "Sognatore" o "Sognatrice". Non tutti i Targaryen sono in grado di avere questo dono, pertanto alcune delle loro particolari visioni sono semplicemente dei sogni come quelli di qualsiasi altra persona.

Una delle prime visioni note avvenute all'interno della famiglia Targaryen che si è rivelata in seguito essere una profezia, è quella avuta da Daenys Targaryen detta per questo la Sognatrice. Quando è molto giovane, Daenys attraverso un sogno prevede con largo anticipo un enorme cataclisma conosciuto nei romanzi di George R. R. Martin come il Disastro di Valyria.

Advertisement

La civiltà Valyriana da cui hanno origine i primi Signori dei Draghi e dalla quale discendono sia i Targaryen e sia i Velaryon, è inizialmente dimorata presso la Fortezza di Valyria situata in un vasto territorio del Continente di Essos. Quando Daenys sogna la distruzione di Valyria, suo padre Aenar Targaryen crede alla sua premonizione e si trasferisce con la famiglia e cinque draghi a Roccia del Drago, nel Continente di Westeros.

Dodici anni dopo il sogno di Daenys, la profezia si avvera e la civiltà di Valyria viene completamente distrutta insieme a tutti i draghi presenti all'epoca. Gli unici superstiti della dinastia e ultimi Signori dei Draghi rimasti saranno proprio i Targaryen emigrati in precedenza a Roccia del Drago. Questa parte di storia presente nei romanzi di George R. R. Martin è antecedente agli eventi narrati sia ne Il Trono di Spade e sia in House of the Dragon, per questo motivo non è presente nelle due serie TV.

La profezia di Aegon I Targaryen

Nel primo episodio della serie TV House of the Dragon, Re Viserys e sua figlia Rhaenyra hanno una conversazione di fronte al teschio del defunto Balerion, il maestoso drago del loro antenato Aegon I. Quest'ultimo quando era in vita, fa un particolare sogno che interpreta come una premonizione futura. Per questo motivo Aegon si raccomanda di far tramandare ai successivi sovrani quella che ritiene essere una profezia, affinché ogni nuovo Re Targaryen sia pronto al momento opportuno.

Advertisement

Secondo il sogno di Aegon infatti, il destino di tutti gli uomini è segnato da un terribile inverno in arrivo dal Nord. Il sovrano ritiene che per poter sopravvivere all'evento, l'unico modo sia quello di avere un Targaryen sul Trono a guidare tutti i popoli riuniti sotto un unico regno. Il sogno fatto da Aegon e a cui lo stesso Re dà il nome di Canto del Ghiaccio e del Fuoco, è una profezia che si avvera realmente a distanza di moltissimo tempo dalla sua premonizione.

Quello che Aegon I aveva previsto circa duecento anni prima, si riferisce all'invasione del Re della Notte con l'esercito degli Estranei raccontata nella serie TV Il Trono di Spade, oltre a essere un evento presente nei romanzi Cronache del Ghiaccio e del Fuoco di George R. R. Martin.

"L'inverno sta arrivando" è una frase iconica, non a caso diffusa come un vero e proprio mantra tra i fan della saga. Ma è anche un promemoria per i personaggi stessi della storia che non devono mai abbassare la guardia. Proprio come Viserys ricorda di fare a sua figlia Rhaenyra quando toccherà a lei salire sul Trono.

Le paure di Viserys I Targaryen

Miguel Sapochnik lo showrunner della serie TV House of the Dragon, al minuto 5.48 del seguente video sul dietro le quinte dello show, spiega che Re Viserys ha la stessa convinzione di Aegon I Targaryen. Il sovrano crede infatti che la profezia del suo antenato sia un evento imminente: 

Viserys è ossessionato dall'idea che la fine del mondo sia dietro l'angolo. E abbiamo pensato fosse un ottimo modo per aggiungere questo peso insieme all'idea che Rhaenyra diventi regina. Invece di farlo solo per ambizione, Viserys le ha tramandato la responsabilità di riunire tutti per combattere l'arrivo degli Estranei. Evento che in realtà, sappiamo non si presenterà prima di altri 170 anni.

Advertisement

Con l'arrivo di una sventura di tale portata, Viserys sa che suo fratello Daemon non è la persona più adatta a gestire una situazione di questo tipo. Pertanto dopo che il Re perde sua moglie Aemma insieme all'ultimo figlio che la donna gli ha dato, decide di proclamare come sua erede Rhaenyra confidando tutto nelle sue mani.

La conquista dei Sette Regni

Dal momento in cui Aegon I Targaryen viene proclamato Re, il suo scopo principale diventa quello di conquistare più territori possibili. La sua non è soltanto sete di potere, ma è soprattutto una corsa contro il tempo per riuscire a espandere la dinastia dei Targaryen prima che la sua profezia si avveri. Per questo motivo la scelta di unificare i Sette Regni diventa fondamentale per Aegon, in modo da avere un'unica grande forza sotto la guida del Re Targaryen di turno, per combattere tutti insieme la minaccia in arrivo.

Sempre nel primo episodio di House of the Dragon mentre Viserys parla con Rhaenyra davanti al teschio di Balerion, il Re domanda a sua figlia cosa vede quando guarda i draghi. La risposta della Principessa è la seguente:

Suppongo di vedere noi. Dicono tutti che i Targaryen siano più Dei che uomini. Ma lo dicono perché abbiamo i draghi. Senza di loro siamo come chiunque altro. 

Viserys asserisce e spiega alla figlia che l'idea di poter comandare i draghi è soltanto un'illusione, a causa della quale nel tempo si finisce per commettere errori irripetibili. Le parole di Viserys sembrano far intendere che in passato lo stesso Aegon forse pensava di essere una sorta di Dio, anche e non solo per il fatto di possedere il drago più imponente di tutti.

La sua superbia ha quindi portato Aegon a credere che conquistare più luoghi possibili e creare un esercito di Targaryen, avrebbe potuto annientare la profezia. Mentre come viene mostrato nella serie TV Il Trono di Spade, gli eventi saranno differenti da quello che aveva immaginato Aegon.

Il Principe che fu promesso

Nei romanzi Cronache del Ghiaccio e del Fuoco di George R. R. Martin è presente una leggenda che viene raccontata anche nella serie TV Il Trono di Spade. La storia narra del cosiddetto Principe che fu promesso noto come Azor Ahai, un eroe prescelto giunto da lontano per sconfiggere l'oscurità con la sua spada detta Portatrice di Luce. 

Nel corso delle otto stagioni de Il Trono di Spade, ci sono diversi personaggi che danno l'idea di essere l'eroe della leggenda. Tra i candidati più papabili figurano Daenerys Targaryen e successivamente Jon Snow, che in seguito si rivelerà essere suo nipote. Ovvero il figlio nato dall'unione segreta tra Lyanna Stark, sorella di Eddard e Rhaegar Targaryen, fratello di Daenerys.

Sebbene nella serie TV de Il Trono di Spade non viene mai citato Aegon I né il suo nome viene associato alla profezia, è comunque evidente il collegamento di quest'ultima con la leggenda del Principe che fu promesso. Tuttavia a dispetto di quanto credeva Aegon, il Re degli Estranei portatore della Lunga Notte non viene ucciso da un discendente dei Targaryen, ma da Arya Stark durante il Regno di Cersei Lannister.

L'unico legame tra Arya e i Targaryen è dato dall'arma che la giovane Stark usa per eliminare il nemico, una lama in acciaio di Valyria. Il pugnale utilizzato da Arya ne Il Trono di Spade, nel prequel House of the Dragon si rivela essere in possesso di Viserys I che lo ha ereditato dal padre. Si tratta dello stesso pugnale appartenuto inizialmente ad Aegon I e sul quale il sovrano ha inciso la sua profezia con le seguenti parole: 

Dal mio sangue viene il Principe che era stato promesso. E la sua volontà sarà il Canto del Ghiaccio e del Fuoco.

Nella serie de Il Trono di Spade non viene mai rivelato se è davvero Arya l'eroe leggendario. La cosa certa, è che gli Estranei possono morire solo se vengono colpiti con l'ossidiana - materiale noto anche come vetro di drago - o con l'acciaio di Valyria, proprio come quello della lama usata da Arya. Così come è chiaro che la profezia di Aegon I e la leggenda di Azor Ahai si riferiscano allo stesso evento a prescindere dall'epilogo finale.

La profezia di Aegon I e l'eroe leggendario

In House of the Dragon Viserys rivela alla figlia Rhaenyra la profezia di Aegon I, mentre ne Il Trono di Spade non ne viene fatta menzione nonostante è in tale serie che la sua premonizione si avvera. Il co-creatore di House of the Dragon Ryan Condal, ha spiegato in una intervista il motivo di questa incongruenza legata alla profezia di Aegon

Martin ha detto che Aegon è un Sognatore, un nome usato per definire i Targaryen che hanno sogni profetici. Questo è stato il dettaglio che George ci ha effettivamente fornito all'inizio della storia. Ovvero l'idea che Aegon il Conquistatore è lui stesso un Sognatore ed è questo ciò che ha motivato la sua conquista.

Condal ha fatto presente che questa è stata una delle tante informazioni che George R.R. Martin si è lasciato sfuggire accidentalmente durante le loro conversazioni. Ma in questo specifico caso, a Ryan Condal è stata utile per rimettere in discussione tutto l'arco narrativo della famiglia Targaryen:

Ha davvero cambiato il nostro modo di pensare al modo in cui abbiamo visto il regno dei Targaryen. Il fatto che Aegon ha questa conoscenza o percepisce di averla trattandosi comunque di un sogno, gli ha dato un motivo per perseguire la conquista in quanto crede sia un problema imminente. Mentre per ironia della sorte, come noi sappiamo la profezia si avvererà soltanto molti anni dopo.

In sostanza le incongruenze tra romanzi e serie TV derivano anche dal fatto che ne Il Trono di Spade, gli showrunner a un certo punto hanno smesso di seguire la storia dei libri e lo stesso autore George R. R. Martin non ha più collaborato alla sceneggiatura dello spettacolo. In House of the Dragon invece Martin è coinvolto in modo attivo al progetto, quindi è lecito ipotizzare che alcuni tasselli mancanti della storia potrebbero venir inseriti proprio in questo prequel de Il Trono di Spade.

Allo stesso modo anche i futuri romanzi delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco potrebbero colmare le lacune sulla profezia, considerando che George R.R. Martin ha intenzione di concludere la saga letteraria in modo diverso rispetto alla serie TV de Il Trono di Spade.

Prodotto Consigliato

Fuoco e sangue. House of the Dragon

Uno degli avvincenti libri di George R.R. Martin, lo storico autore che ha dato il via alla saga televisiva de Il Trono di Spade, da cui è stato tratto anche il prequel House of the Dragon ispirato proprio al libro Fuoco e sangue.

La profezia di Viserys I Targaryen

Nel primo episodio di House of the Dragon mentre la Regina Aemma Arryn quasi prossima al parto cerca sollievo con un bagno caldo, il marito Re Viserys I Targaryen le racconta un sogno che ha fatto sul figlio in arrivo: 

Non ho mai avuto certezza più forte. Il sogno era più nitido di un ricordo. Nostro figlio nasceva con la corona di Aegon. Sentivo il rumore di zoccoli scalpitare, di scudi che si spezzavano e il clangore delle spade. Io ponevo nostro figlio sul Trono di Spade, mentre le campane del Tempio suonavano e i draghi ruggivano all'unisono.

In House of the Dragon Viserys conferma di essere un Sognatore e non a caso quello che racconta alla moglie, più avanti si rivela essere una profezia. Soltanto che la profezia del Re non riguarda il bambino che Aemma porta in grembo, in quanto madre e figlio moriranno a poca distanza l'una dall'altro a causa delle complicanze legate al parto. La profezia di Viserys anticipa l'arrivo del suo primo erede maschio, Aegon II, nato dal secondo matrimonio con la giovane Alicent Hightower, figlia del suo Primo Cavaliere Otto.

Sarà proprio Alicent alla morte di Viserys a donare a loro figlio la corona appartenuta ad Aegon I, con cui lo farà proclamare nuovo Re dei Sette Regni all'interno del Grande Tempio mentre le campane suonano a festa. Una festa che però durerà poco, in quanto in un secondo tempo seguiranno effettivamente scalpitii di zoccoli, rumori di scudi spezzati e fragori di spade sguainate a causa dell'illegittima incoronazione di Aegon II.

In un certo qual modo è stato implicitamente Viserys a mettere il figlio sul Trono come rivela il suo sogno, sebbene il Re in precedenza proclama Rhaenyra come sua legittima erede. Mentre il sovrano è in punto di morte infatti, Alicent travisa le parole del marito e crede che Viserys abbia scelto Aegon II come nuovo successore. Per questo motivo la manovra di Alicent fa innescare lo scontro tra le due fazioni schierate come Verdi e Neri, che daranno vita alla guerra per il Trono di Spade nota come la Danza dei Draghi.

Immagine di copertina di questo articolo tratta dalla serie TV House of the Dragon. Crediti: GRRM, Bastard Sword, 1:26 Pictures Inc.

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti al nostro canale Telegram e rimani aggiornato!

Sto cercando articoli simili...