Blade: il cacciatore di vampiri di Marvel Comics

Autore: Manuel Enrico ,
Copertina di Blade: il cacciatore di vampiri di Marvel Comics

Chi potrebbe mancare all’interno di un parterre di supereroi che comprendere miliardari in armatura, dei norreni o supersoldati? Forse un eroe che si muove nelle ombre, intento a dare la caccia a creature delal notte e minacce che sembrano uscire dai nostri peggiori incubi. Tra invasioni aliene e supercattivi avidi di potere, il Marvel Universe non poteva certo ignorare le potenzialità dell’horror, che si era già palesato con una certa discrezione nelle storie dei grandi eroi della Casa delle Idee.

Particolarmente interessanti risultavano i vampiri, uno dei grandi classici dell’orrore. Non a caso in Marvel Comics, quando venne il momento di dare vita a un personaggio che incarnasse al meglio questa suggestione narrativa, si arrivò alla creazione di un cacciatore di vampiri, che nato per esser un personaggio secondario si conquistò rapidamente l’affetto del pubblico: Blade.

Blade: la nemesi dei vampiri del Marvel Universe

Blade è rimasto a lungo uno dei personaggi di secondo piano del mondo marveliano, eppure quando gli eroi della Casa delle Idee arrivarono finalmente al grande schermo fu proprio Blade a tenere a battesimo la concezione moderna degli eroi marveliani al cinema, anticipando persino X-Men e Spider-Man. Ma le origini di questo personaggio, come spesso accaduto in casa Marvel, erano legate alle fascinazione dell’America del periodo.

Advertisement

Le origini di Blade

Negli anni '60 e '70, il fascino per la magia e l'occulto stava guadagnando sempre più consensi tra i lettori Marvel. Con l'introduzione di personaggi come Dottor Strange, Ghost Rider e Daimon Hellstrom, l'universo dei personaggi Marvel si era profondamente immerso in tematiche sovrannaturali, discostandosi notevolmente dal tradizionale stereotipo dell'eroe nel canone Marveliano.

Advertisement

Marvel Comics
Blade

Nel 1971, il Comics Code Authority, responsabile della supervisione delle tematiche presenti nei fumetti, fornì un assist goloso agli editori di comics. Dopo un lungo periodo di censura riguardo alla presenza dei vampiri nei fumetti, il Comics Code Authority decise di revocare il divieto, consentendo alle case editrici di introdurre finalmente queste creature sovrannaturali.

In precedenza, la Marvel aveva sperimentato l'inclusione di un vampiro nel proprio universo, Morbius il Vampiro Vivente. Tuttavia, la casa editrice non era ancora pronta a sviluppare una serie completamente dedicata ai vampiri, sebbene questa tematica fosse indubbiamente ideale per un contesto horror. Dopo delibere interne, si optò per utilizzare il nome del re dei vampiri, Dracula.

In mezzo a questa fase caotica, nell'aprile del 1972, fece il suo debutto la nuova serie horror della Marvel: Tomb of Dracula (La tomba di Dracula). Inizialmente, la serie non ottenne grande successo, anche a causa di un'organizzazione poco coordinata da parte della casa editrice. La storia inaugurale fu concepita da Stan Lee e Roy Thomas, ma poi fu affidato a Gerry Conway il compito di dare forma definitiva al progetto.

Advertisement

Marvel Comics
Blade

Conway scrisse la storia del secondo numero, tratto dall'ispirazione dei classici del genere, come i film prodotti dalla Hammer, creando così una distinzione rispetto alla prima storia che si era concentrata sul contesto dei mostri cinematografici della Universal Pictures.

Dopo Conway, alla scrittura delle storie si susseguirono autori di prestigio come Archie Goodwin e Gardener Fox. Fu introdotta una sottotrama romantica tra Frank Drake e Rachel Van Helsing, che successivamente divenne uno degli elementi centrali dell'intera serie. Tuttavia, il vero impulso per la serie arrivò con l'ingresso di Marv Wolfman, il quale prese il comando di The Tomb of Dracula a partire dal settimo numero.

Durante la gestione di Wolfman, nel luglio del 1973, fu introdotto un nuovo personaggio con The Tomb of Dracula #10: Blade. Sebbene l'idea fosse di Wolfman, la caratterizzazione del nuovo eroe Marvel fu plasmata dal disegnatore della serie, Gene Colan. Inizialmente, Wolfman stava cercando un personaggio secondario e, come rivelò in seguito Colan, non era del tutto sicuro di quale direzione dare a questo nuovo eroe.

Advertisement

Marv mi disse che Blade era un uomo di colore, e parlammo di come avrebbe dovuto vestirsi, di quale aspetto dovesse avere, assolutamente eroico. Questi erano gli input su cui dovevo lavorare. La bandoliera con i coltelli era un’idea di Marv, ma io lo ho vestito, con il cappotto di pelle e via discorrendo

Con indicazioni così scarse, Colan si trovò a dover improvvisare. Prendendo ispirazione dall'ex campione di football Jim Brown, delineò il personaggio di Blade. Inizialmente, Blade presentava una distintiva capigliatura afro e brandiva una coppia di coltelli. All'inizio, Blade comparve come personaggio ricorrente, apparve in diversi numeri dal luglio 1973 fino al settembre 1974. Tuttavia, si decise di non farlo più comparire per un motivo preciso: stava diventando eccessivamente popolare, come spiegò lo stesso Wolfman nel 2009.

Sapevo che se avessi lasciato spazio a Blade, avrebbe eclissato tutti gli altri personaggi quindi lo trattenni e lo feci agire in secondo piano, lasciando che a risplendere fossero i personaggi di supporto originali come Rachel, Frank e Quincy. Non era neanche convinto dei dialoghi di Blade, quindi decisi di toglierlo per qualche tempo dalla serie, quasi un anno, e riportarlo poi nuovamente nella serie con una maggior definizione. I primi dialoghi di Blade erano il cliché Marvel dei ‘discorsi da nero’, ma in seguito ho cercato renderlo più realistico

Dopo aver abbandonato il suo ruolo in The Tomb of Dracula, Blade fece il suo ritorno affrontando Morbius il Vampiro Vivente in Adventure into Fear #24 nell'ottobre 1974, in una storia scritta da Steve Gerber e disegnata da P. Craig Russell.

Da spalla a protagonista

Tuttavia, la prima storia in cui Blade è il protagonista principale risale a Vampire Tales #8 nel dicembre 1974, con un racconto scritto da Marv Wolfman e illustrato da Tony DeZuniga, lungo 11 pagine. La narrazione continuò nel numero successivo, con una collaborazione nella scrittura tra Wolfman e Chris Claremont. Successivamente, Blade comparve in una storia da protagonista di 56 pagine, in bianco e nero, nel magazine Marvel Previews #3 di settembre 1975, firmata nuovamente da Chris Claremont, divisa in due capitoli disegnati da DeZuniga e Rico Rival. Infine, in Marvel Preview #8 nell'autunno del 1976, Blade ebbe un ruolo in una storia di sei pagine.

Advertisement

Marvel Comics
Blade

Tuttavia, è solo negli anni '90 che Blade inizia a emergere come un personaggio di rilievo. Nel corso di questo decennio, il Diurno inizia la sua ascesa nell'agosto del 1992, facendo la sua comparsa in Ghost Rider #28. Da quel ritorno sulla scena, inizia la carriera di Blade come eroe del lato oscuro dell'universo Marvel, comparendo in serie come I Figli della Mezzanotte, diversi team-up con Ghost Rider e nella serie Nightstalkers.

Nel 1994, dopo la chiusura della serie Nightstalkers, si tenta la carta di una serie solista per Blade con Blade: Vampire Hunter. Tuttavia, questa serie breve, avviata nel luglio del 1994, giunge al termine nell'aprile del 1995 dopo soli dieci numeri.

Da quel momento in poi, Blade è riapparso principalmente come protagonista di brevi albi autoconclusivi, alcuni dei quali legati alla promozione dei film incentrati su di lui con Wesley Snipes nel ruolo principale.

Marvel Comics
Blade

Quando Blade si avvicinò al mondo del cinema, divenne oggetto di una controversia legale tra la Marvel e Marv Wolfman. La disputa verteva sull'intenzione di Wolfman di rivendicare la paternità della creazione dei suoi personaggi, tra cui Blade e Nova. In una procedura extragiudiziale, fu stabilito che l'utilizzo dei personaggi da parte della Marvel era sufficiente per farle detenere i diritti su di essi, nonostante Wolfman avesse specificato di non aver mai sottoscritto un accordo che cedesse i diritti delle sue creazioni alla Marvel.

La storia del Diurno

Eric Brooks nacque nel 1929 in un bordello nel quartiere Soho di Londra, figlio di Tara Brooks, una prostituta. Il parto di Tara fu complicato e vide la presenza di un medico, il Diacono Frost, che si rivelò essere un vampiro. Durante il parto, il vampiro si nutrì del sangue di Tara, consentendo così a parte dei suoi poteri di fluire nel sangue del neonato Eric, trasformandolo in un ibrido umano/vampiro. Dopo la morte della madre, Eric fu accudito dalle donne del bordello che lo crescevano. All'età di nove anni, intervenne in difesa di uno sconosciuto attaccato da tre uomini.

Quest'uomo si rivelò essere Jamal Afari, un cacciatore di vampiri, che sconfisse i tre aggressori, tutti vampiri. Afari prese Eric sotto la sua ala, addestrandolo come cacciatore di vampiri. Nel corso del tempo, i due inseguirono i succhiasangue presenti a Londra, affrontando alcuni dei più potenti vampiri e arrivando infine a dare la caccia al capostipite della razza: Dracula.

Marvel Comics
Blade

Dracula si rivelò estremamente potente e trasformò Afari in un vampiro. Per compassione, Blade mise fine alla vita del suo mentore, dando così inizio a una lunga ricerca per cacciare Dracula. Questa caccia lo portò in giro per il mondo, portandolo infine a collaborare con il gruppo di cacciatori di vampiri guidato da Quincy Harker. Sebbene la relazione con il gruppo di Harker fosse complessa, Blade si schierò al loro fianco in diverse occasioni.

Dopo alcuni anni, Blade si diresse a Boston sulle tracce del Diacono Frost. Qui incontrò Hannibal King, un detective privato trasformato in vampiro da Dracula. Blade e King formarono un'inaspettata alleanza, e fu proprio King a richiedere l'aiuto di Daimon Hellstrom, il Figlio di Satana, quando l'anima di Blade venne messa in pericolo a causa degli inganni di Dracula.

Blade, King e Frank Drake erano spesso affiancati dal Dottor Strange, affrontando insieme minacce legate al mondo dei vampiri. I tre avevano addirittura formato un'agenzia investigativa chiamata Borderline Investigation Inc. Tuttavia, dopo che un rito magico di Strange ridusse drasticamente la popolazione vampirica, Dracula riprese le sue azioni, portando allo scioglimento della Borderline e all'ospedalizzazione di Blade in un istituto psichiatrico.

Marvel Comics
Blade

In seguito, Blade viaggiò in giro per il mondo nel tentativo di catturare Dracula, un viaggio che lo portò a unirsi al gruppo di cacciatori di vampiri guidato da Quincy Harker. Nonostante una relazione complessa con il gruppo di Harker, Blade collaborò con loro in diverse occasioni.

I poteri di Blade

A seguito del morso inflitto da Frost a Tara durante il parto, Blade acquisì poteri peculiari. Diventò immune al morso dei vampiri e all'ipnosi da parte loro. All'inizio, contava esclusivamente sulle sue abilità nel combattimento, fino a quando il morso di Morbius non lo trasformò in una creatura a metà strada tra umano e vampiro.

In questa nuova condizione, Blade acquisì una forza sovrumana, sensi migliorati, velocità e resistenza tipica dei vampiri, oltre a un rapido fattore rigenerante. Libero dalle tipiche debolezze dei vampiri, Blade può tranquillamente esporsi alla luce del sole.

A questi poteri si aggiungeva l'incrollabile allenamento impartito a Blade da Jamal Afari, trasformandolo in un eccelso combattente. Per espletare al meglio la sua missione, Blade ricevette una solida istruzione accademica sul mondo dei vampiri e sulle entità sovrannaturali.

Nell'universo Ultimate, Blade è noto come il Diurno e fa il suo ingresso salvando Spider-Man da un attacco vampirico. Durante una serie di eventi in cui gli eroi Ultimates diventano vittime dei vampiri, Blade diventa l'arma segreta di Fury, che in seguito lo recluta come agente speciale per la propria squadra clandestina.

Blade nel Marvel Cinematic Universe

Ben prima della nascita del Marvel Cinematic Universe, Blade è stato protagonista di film in cui il cacciatore di vampiri marveliano venne interpretato da Weasley Snipes. Pur non essendo stato un personaggio di primissimo piano, la presenza nei comics del Diurno si rivelò propizia per il successo della versione cinematografica di Blade. 

Il film di Blade nel 1998 è stato un grande successo che ha segnato l'inizio dei film basati sui personaggi Marvel, incoraggiandoa intraprendere nuovi progetti come X-Men e Fantastici Quattro. L'interpretazione straordinaria di Wesley Snipes nel ruolo di Blade lo ha reso uno degli attori più acclamati dai fan dei film tratti da fumetti, che hanno costantemente desiderato il suo ritorno nei panni di Blade. Tuttavia, a causa di problemi legali di Snipes, un quarto capitolo della serie di Blade non ha mai visto la luce.

New Line Cinema
Blade

Con la nascita del Marvel Cinematic Universe e la progressiva acquisizione da parte di Disney dei detentori dei diritti di alcuni suoi personaggi, come Fox, ha consentito di rientrare in possesso dei diritti di figure del proprio pantheon supereroico da introdurre all'interno del nuovo ciclo cinematografico dei propri eroi.

L'assenza di una linea narrativa horror è stata colmata con l'arrivo di Jack Russelle, alias Werewolf by Night, avvenuta con Lycantropus. Tuttavia, ancora prima della comparsa del licantropo marveliano, le voci di una presenza di Blade nel MCU si era già palesata con l'annuncio che il nuovo volto del Diurno sarebbe stato Mahershala Ali, premio Oscar che vanta una precedenete apparizione in un prodotto legato agli eroi della Casa delle Idee, la serie di Luke Cage. 

Pur non essendo ancora comparso sul grande schermo, Blade ha già fatto sentire la sua voce in una scena post credit di The Eternals, dove possiamo sentirlo mentre si presenta fuori campo a Dane Withman. 

La lavorazione del film di Blade è stata coinvolta dalle note problematiche legate alla ricerca di un nuova formula vincente dopo le difficoltà della Fase Quattro e i problemi dovuti al prolungato sciopero del mondo dell'entertainment, ma i recenti sviluppi annunciati dai Marvel Studios, sostenuti anche dall'entusiasmo dell'interprete di Blade, sembrano indicare che la caccia del Diurno sia sempre più vicina. 

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti al nostro canale Telegram e rimani aggiornato!

Sto cercando articoli simili...