Star Wars: The Acolyte - Episodio 4: il terzo Jedi e altri riferimenti

Autore: Manuel Enrico ,

Giorno è il quarto episodio di Star Wars: The Acolyte, la serie di Disney Plus che porta di fan della saga nell’Alta Repubblica. Dopo il flashback della precedente puntata, la serie torna nel presente, riprendendo la missione di vendetta di Mae, che ha raggiunto il terzo Jedi, il wookie Kelnacca.  

Abbonati adesso a Disney Plus a partire da 5,99€ al mese

Advertisement

Con Giorno, assistiamo a un'ennesima tappa della sanguinosa missione di Mae, che mostra per la prima volta dei cedimenti nella sua vendetta, complice l'aver scoperto che la sorelle Osha è ancora viva. 

Come sempre, anche in Giorno non manco citazioni e riferimenti dell’universo di Star Wars, con particolare attenzione ad alcune particolarità legate al rapporto con la forza.

Il wookie eremita

Giorno inizia mostrando l'interno della casa di Kelnacca nelle remote foreste di Khofar. Apparentemente vivendo una vita di autoesilio, la casa di Kelnacca assomiglia molto alla capanna di Dagobah di Yoda vista in L'Impero Colpisce Ancora. Le sistemazioni sono piccole e spartane, fornendo solo il necessario affinché entrambi i Jedi possano sopravvivere come rispettivi eremiti.

Una balestra wookie può essere visto appoggiato a una cassa nella casa di Kelnacca. Sebbene sia molto probabilmente usato per la caccia, il bowcaster è un'arma classica utilizzata soprattutto dai Wookiee di Kashyyyk. È anche l'arma distintiva di Chewbacca, il Wookiee più famoso di Star Wars. Han Solo ha apprezzato molto l'uso temporaneo del potente blaster, come si è visto ne Il Risveglio della Forza.

Advertisement

LucasFilm
Immagine id 12727

Motivi a spirale possono essere visti su tutte le pareti della casa di Kelnacca. Questi sono gli stessi motivi a spirale che erano stati visti tatuati sulle Streghe di Brendock. Pertanto, sembra che il Maestro Kelnacca sia in qualche modo ossessionato dai disegni, probabilmente tormentato dalla notte che ha portato alla distruzione del covo, alla presunta morte di Mae e all'adesione temporanea di Osha all'Ordine Jedi, un evento che deve ancora essere completamente rivelato e che probabilmente spiega l'esilio di Kelnacca (e il Voto di Barash di Torbin).

Advertisement

La vita nel tempio Jedi

La Padawan Jecki vien mostrata all'interno del Tempio Jedi su Coruscant, partecipando a un esercizio di addestramento con la spada laser insieme ad altri apprendisti. Tuttavia, i Padawan stanno usando bastoni bokken anziché vere spade laser. L'addestramento con i bokken è stato visto in Ahsoka, quando Ahsoka Tano si allenava con Sabine Wren. Anche Kanan Jarrus ha usato bastoni bokken con Ezra Bridger e Sabine nella serie animata Star Wars Rebels.

Advertisement

LucasFilm
Immagine id 11859

Durante il rapporto del Maestro Sol a Vernestra Rwoh  e agli altri Maestri Jedi riuniti, tra le loro fila c'è un Cereano che non è altri che un giovane Ki-Adi-Mundi. Ki-Adi-Mundi era un membro del Consiglio Jedi nei film prequel e in The Clone Wars. È anche noto per le sue affermazioni in La Minaccia Fantasma secondo cui i Sith erano estinti da un millennio. Pertanto, sarà interessante vedere come The Acolyte affronterà questo punto di confusione in futuro.

Vernestra prende la decisione esecutiva di non informare l'Alto Consiglio su Mae o il suo oscuro maestro. La motivazione fornita è che il Consiglio non sarebbe costretto a riferire al Senato e causare panico per gli omicidi dei Jedi. Tuttavia, questo potrebbe portare a una grande copertura da parte dei Jedi di cui nemmeno il Consiglio Jedi era a conoscenza, e coloro che lo sapevano (come Mundi) hanno mentito e affermato di essere  ignari, un modo audace per risolvere la confusione della trama menzionata nella sua linea in La Minaccia Fantasma.

LucasFilm
Immagine id 12735

Il quarto episodio di The acolyte introduce Bazil, un tracker civile Tynnan che aiuta i Jedi a localizzare Kelnacca. I Tynnan sono stati introdotti per la prima volta nel romanzo del 1979 Han Solo at Star's End di Brian Daley. 

Advertisement

I Sith escono dall'ombra

Il quarto episodio della serie  offre la migliore visione finora della nave di Mae. Con ali pannellate non dissimili da quelle di un TIE Fighter, questa nuova nave potrebbe molto probabilmente essere un progetto della Sienar Fleet Systems, il cantiere navale che avrebbe anche creato i classici caccia stellari dell'Impero. A tal fine, la nave di Mae somiglia anche alla Rogue Shadow dei videogiochi The Force Unleashed, che ora fanno parte dei Legends.

LucasFilm
Immagine id 12730

Mentre tutti i Jedi si trovano di fronte alla casa di Kelnacca , il maestro di Mae appare fluttuando giù dagli alberi dietro di loro prima di attivare la sua spada laser. Questo avviene tramite levitazione della Forza, un'abilità classica tipicamente riservata ai Sith. Utilizzata sia da Darth Vader che dal Conte Dooku, è un potere della Forza che si abbina molto bene a mantelli minacciosi. Pertanto, è un altro segno che indica lo status probabile da Sith del maestro di Mae, oltre alla sua spada laser rossa e al casco.

Anche il casco indossato dal maestro di Mae è un altro elemento classico dell'estetica tipica dei Sith spesso vista nel franchise di Star Wars. Aiutando a liberarsi delle identità che una volta avevano prima di reclamare nuovi nomi e abbracciare il lato oscuro, un casco Sith può essere tanto un'estensione del potere dell'utente del lato oscuro quanto le loro spade laser. A tal fine, aiuta anche questo Signore dei Sith particolare a mascherare la sua identità, visto che nemmeno Mae sembra sapere esattamente chi sia.

I precedenti episodi di Star Wars: The Acolyte

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti al nostro canale Telegram e rimani aggiornato!

Sto cercando articoli simili...